Quantcast

Cimbergo, la titolare si è vaccinata: riapre la farmacia

Dopo lo stop di tre giorni imposto da Ats della Montagna, riapre il presidio, insieme con il dispensario di Paspardo. Ancora serranda abbassata, invece, a Milzano.

Più informazioni su

(red.) Riapre questo martedì la farmacia di Cimbergo (e il dispensario di Paspardo), chiusa per tre giorni poichè la titolare non aveva ancora effettuato la vaccinazione anti Covid.

Ats della Montagna aveva imposto la chiusura di tre giorni (sabato, domenica e lunedì)  perché la farmacista, in violazione alla legge dell’aprile scorso che impone l’obbligo vaccinale a tutto il personale sanitario e agli operatori di interesse sanitario, non si era sottoposta all’inoculazione. La direttrice del presidio aveva comunicato che, impossibilitata a nominare un sostituto, avrebbe effettuato la vaccinazione nella giornata di lunedì.
Resta sempre serrata, invece, la saracinesca della farmacia di Milzano, nella Bassa Bresciana, la cui chiusura, disposta dall’Agenzia tutela salute di Brescia è “sine die”: in questo caso infatti i farmacisti non hanno ancora comunicato l’intenzione di vaccinarsi.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.