Controllare il colesterolo con i semi di girasole

Sono alimenti ricchi di energia distribuita in misura preponderante nei lipidi, o grassi cosiddetti buoni. Molte le proprietà benefiche.

Più informazioni su

    di Sandra Perini 
    I semi di girasole
     Sono i frutti della pianta di girasole: sono alimenti ricchi di energia distribuita in misura preponderante nei lipidi, o grassi cosiddetti buoni (circa 50%), da proteine (20%) zuccheri (20%) e fibre (8%). Presentano anche una ottima quantità di vitamina E e di vitamine del gruppo B, tra cui l’acido folico, fitosteroli e infine molti minerali come manganese, magnesio, ferro, fosforo, potassio e zinco.
    Hanno molte proprietà benefiche sia sull’organismo in generale, sia sul metabolismo: sono antiossidanti e rallentano l’invecchiamento cellulare oltre a proteggere l’organismo dalle malattie degenerative. Essendo ricchi di grassi “buoni” anche il suo olio può essere utilizzato nelle diete che prevedono un controllo del colesterolo abbassando quindi il rischio cardiovascolare.

    Ma vediamo nei dettagli le proprietà:
    1. Per i contenuto di acidi grassi buoni aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo cosiddetto “cattivo” favorendo la produzione di colesterolo “buono”.
    2. Per la presenza di acido folico sono preziosi durante la gravidanza (per favorire la crescita del feto) e in menopausa (per proteggere il sistema scheletrico dai danni dell’osteoporosi).
    3. Per il contenuto di vitamina E sono antiossidanti e antinfiammatori e agiscono contrastando la formazione di radicali liberi e riducendo l’infiammazione nelle malattie muscolo-scheletriche. Questa vitamina inoltre impedisce l’irrancidimento dei grassi
    4. Per il contenuto di minerali come il magnesio abbiamo effetti benefici sul sistema scheletrico e muscolare nonché un valido aiuto in caso di stress, ansie, e insonnia. Per la presenza di selenio sono un supporto per la prevenzione dei tumori evitando il danneggiamento del DNA delle cellule e favorendo la morte programmate di cellule già danneggiate.
    5. Per la presenza di fibre e delle vitamine del gruppo B abbiamo dei benefici per quanto riguarda l’assimilazione dei nutrienti a livello intestinale e per la regolarizzazione della peristalsi. 

    Sandra Perini, naturopata, aromaterapeuta e psicoterapeuta, lavora a Brescia. Visita il suo sito e segui le sue conferenze.
    La Naturopatia è un insieme di discipline olistiche complementari che si occupano dello stato di salute della persona attraverso una valutazione energetica e funzionale. Essa attiva la forza di autoguarigione insita nella persona e la sua capacità di autoregolazione utilizzando metodiche e rimedi naturali. Opera nell’ambito della prevenzione attraverso la disintossicazione a livello fisico ed emotivo, mentale ed energetico. Non si sostituisce ad un parere medico, anzi, in molti casi, il Naturopata collabora con il medico promuovendo anche il percorso di consapevolezza della persona.

    ECCO ALTRI ARTICOLI 

     Tristezza e apatia? L’olio essenziale di limone

    Lacrime di mirra come analgesico e cicatrizzante

    Raffreddore, come prevenire starnuti e mal di gola 

    Halloween, la zucca sì ma è da mangiare

    Autunno, “cambio di stagione” che butta giù

    Legionella, i rimedi naturali contro il batterio 

     Pressione alta, le 6 mosse per la prevenzione

    Le sette mosse per combattere la canicola estiva

    Gonfiore delle gambe? Menta e ippocastano

    I cinque rimedi naturali contro le infiammazioni 

    L’elisir di lunga vita? Bere due litri di acqua al giorno

    Primavera: nove rimedi naturali contro le allergie

    Stress e stanchezza? Un aiuto dal Magnesio

    Vitamina D: tre motivi per tenerla sotto controllo

    Omega 3: Acidi grassi necessari per l’organismo

    Un Natale speciale con un mix di oli essenziali

    Zenzero: le sei proprietà ‘magiche’ della radice 

    Ipertensione? La lavanda ti può dare una mano

    Melograno: frutto di stagione con bonus vitaminico

    Smog e Pm10: tre ingredienti per difendersi

    Aromaterapia contro i malanni dell’autunno

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.