(red.) Giovedì mattina 2 novembre sarà eseguita l’autopsia sul corpo di Abdessamad El Haitar, l’operaio 41enne marocchino che martedì all’alba venne travolto da due pesanti bobine di acciaio alla “Gkn” di Carpenedolo, nel bresciano. Nel frattempo la procura di Brescia ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo che sarà arricchita con gli elementi provenienti dalle indagini dell’Ats di Leno per verificare il rispetto delle misure di sicurezza.

Mercoledì 1 novembre la comunità islamica di cui il 41enne faceva parte ha tenuto un momento di preghiera e aperto una sottoscrizione per aiutare i tre figli. E’ certo che dopo l’esame autoptico, la salma sarà trasferita in Marocco per la tumulazione. L’uomo era arrivato negli anni ’90 in Italia lavorando e creandosi una famiglia. Si tratta della 22° vittima sul lavoro nel bresciano nell’arco del 2017.

Comments

comments