bsn250x90pxjpg

Di Pralboino marocchino ucciso da monossido

Pubblicato il 5 marzo 2013
Tag:, , ,
Puoi seguire tutte le repliche attraverso il nostro RSS 2.0.

(red.) E’ stato identificato il giovane marocchino trovato morto sabato 23 febbraio in una cascina diroccata sulla via Mantova a Cremona, ucciso da esalazioni di monossido di carbonio sprigionatesi da un braciere acceso.
Si chiamava Ahmed El Haoua, aveva 28 anni ed era residente a Pralboino, nel Bresciano, ma, da tempo, risultava essere senza fissa dimora. A riconoscere il corpo all’obitorio è stato il padre Mohamed, giunto dal Marocco.
Il giovane nordafricano, da qualche tempo, aveva eletto a domicilio di fortuna una cascina diroccata posta sulla via Mantova, appena prima dello svincolo per il centro commerciale Cremona Due.
Un rifugio in cui l’unico modo per scaldarsi era rappresentato da un piccolo braciere. E proprio questo sistema di riscaldamento gli è costato la vita.
A trovarlo, oramai esanime, un connazionale che di tanto in tanto si recava dal 23enne per portargli cibo e qualche genere di conforto. Non vedendolo da alcuni giorni, si è recato nel cascinale diroccato facendo la macbra ascoperta.

Segnala questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live
  • MSN Reporter
  • Technorati

Devi autenticarti per poter commentare Login

AGENDA EVENTI

VI SEGNALIAMO

Alto Garda bresciano: “Stop ai cinghiali”

cinghiali_01Con una richiesta alla Regione, la Comunità Montana chiede di classificare il territorio “non idoneo” ...

Pre-Conclave, a Roma il cardinale camuno Re

cardinali-conclaveIl porporato bresciano sorteggiato fra i tre assistenti del camerlengo cardinal Bertone. Entro mercoledì l'orgnico ...

Post srl, via C.Bonardi 23, 25049 Iseo (Brescia) - P.Iva 03533420174, ufficiocentrale@quibrescia.it fax 030-5106888

 

Progetto e sviluppo informatico a cura di Tetragono.com Servizi Informatici & Marketing