Operazione Lucignolo, “finalmente in scacco i venditori di morte”

(red.) “Dopo anni d’indagine, oggi i carabinieri del comando provinciale di Brescia hanno arrestato i ‘venditori di morte‘”. Lo dichiara l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, commentando la maxi-operazione antidroga nel bresciano. “Nella nostra regione – evidenzia l’assessore – il fenomeno è allarmante e le denunce dei sindaci dei Comuni lombardi sul tema dello spaccio, in particolare nelle aree boschive e agricole, è all’ordine del giorno”.

CONTRO SPACCIO SERVONO MAGGIORI UOMINI E MEZZI. “Per contrastare questa piaga della società – sottolinea De Corato – servono più uomini e mezzi. Le Polizie locali dei Comuni lombardi sotto i 30.000 abitanti dovrebbero, per esempio, consorziarsi tra di loro. Così come le Unioni dei Comuni ed i Comuni oltre i 30.000 abitanti dovrebbero dotarsi di unità cinofile”. “Le esperienze delle amministrazioni comunali di Milano e Brescia, che hanno già attive queste unità – conclude De Corato – sono da seguire. Rivolgo infine un plauso ai Carabinieri della Compagnia di Breno, molto attivi sul fronte del contrasto allo spaccio. L’operazione di oggi con 20 arresti, infatti segue quella del 13 giugno scorso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.