Quantcast

Via Noce, poliziotto sventa suicidio di un giovane

Un 23enne in cura in una comunità ha tentato di lanciarsi dal cavalcavia sull'autostrada A4. Ma la polizia, allertata dagli automobilisti, lo ha bloccato.

(red.) Nei giorni precedenti a sabato 21 gennaio un ragazzo bresciano di 23 anni, in cura in una comunità protetta, è stato salvato da un tentativo di suicidio. Il giovane sarebbe uscito dalla struttura residenziale e ha raggiunto via Noce dove si trova il cavalcavia sopra l’autostrada A4. A quel punto ha percorso il viadotto, poi ha scavalcato la barriera, restando aldilà del ponte. Lì è rimasto tenendosi agganciato alla rete, poi ha iniziato a muoversi facendo presagire la volontà di farla finita.

Nel frattempo gli automobilisti che stavano transitando lungo l’autostrada e hanno notato il giovane, hanno allertato le forze di polizia. Sul posto è giunta una pattuglia che ha parcheggiato lontano dalla vista del 23enne per non indurlo a compiere il gesto estremo. Poi, dopo aver chiesto l’intervento dei vigili del fuoco, polizia stradale e dei soccorsi, uno di loro uno degli agenti si è infilato in un accesso.

Intanto le corsie autostradali sottostanti sono state chiuse per motivi di sicurezza. A quel punto un poliziotto ha raggiunto il ragazzo ed è riuscito a metterlo in sicurezza, dopo averlo tranquillizzato. Il giovane è stato poi preso in cura dai medici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.