Quantcast

Effetto Aci, stop alla Malegno-Borno

A seguito del commissariamento dell'ente bresciano la competizione automobilistica in Vallecamonica non si farà. Mancano i tempi tecnici per organizzarla.

(red.) In attesa di sapere se l’appello lanciato al ministro Piero Gnudi dal vicesindaco di Brescia Fabio Rolfi per lo stop al commissariamento dell’Aci di Brescia ha sortito l’effetto desiderato, le conseguenze dello stesso si sono fatte sentire sulla storica gara automobilisti, la Malegno-Borno, che avrebbe dovuto tenersi il 23 settembre.
Poichè, ufficialmente e fino a decisione contraria, l’ente bresciano risulta sotto la guida del commissario Vincenzo Grimaldi almeno fino al 23 di settembre, non ci sono i tempi tecnici necessari per allestire la corsa, inserita nel Campionato italiano Velocità Montagna.
L’Aci ha scritto infatti al Comune di Borno bloccando di fatto ogni “iniziativa organizzativa e tecnica legata allo svolgimento della gara”.
Il Trofeo Vallecamonica risale al 1964, ma è stato caratterizzato da alcune interruzioni:  nel 2006 non si è svolto per la morte, l’anno precedente, di un pilota, mentre nel 2009  non era stata realizzata per motivi economici ed organizzativi. Ora il nuovo stop.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.