Quantcast

Governo sblocca 300 milioni per il Tpl Lombardia

Risorse utili anche per provincia di Brescia che così salva le corse dopo il rischio del taglio e può programmare il futuro. In totale liberati 3,89 miliardi.

(red.) Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ieri, lunedì 11 febbraio, ha firmato il decreto interministeriale con il quale vengono ripartiti tra le Regioni a statuto ordinario 3,89 miliardi di euro come anticipazione dell’80% del Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario. Tra i fondi – come si legge in una nota del ministero – come richiesto dal ministro al collega all’Economia Giovanni Tria, sono stati conteggiati, e dunque di fatto sbloccati, i 300 milioni di euro accantonati dalla legge di Bilancio 2019.

“Potenziare il trasporto pubblico locale è, sin dall’inizio, uno dei miei obiettivi prioritari – commenta Toninelli.- La via maestra per garantire ai cittadini spostamenti adeguati, facendo passi in avanti verso l’intermodalità e l’obiettivo di incentivare forme di viaggio a basso impatto ambientale. Sono dunque soddisfatto di essere riuscito a sbloccare a tal fine le risorse accantonate in Manovra, perché sul Tpl non è ammissibile risparmiare né tagliare nemmeno un euro”.

Tra i destinatari delle risorse c’è anche la Lombardia, con 50 milioni di euro, di cui 2-3 milioni che giungeranno nel bresciano all’Agenzia del trasporto pubblico locale. Una somma indispensabile per evitare i tagli alle corse di cui si era paventato nelle scorse settimane. Soddisfazione allo sblocco delle risorse anche per la Lombardia è arrivata dall’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti Claudia Maria Terzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.