Quantcast

Gran Premio Nuvolari, dal 16 al 19 settembre la 31esima edizione

Più informazioni su

(red.)  In pieno fermento la macchina organizzativa del Gran Premio Nuvolari 2021, la manifestazione internazionale di regolarità riservata alle auto storiche promossa e ideata da Mantova Corse, che da 31 anni rende omaggio al più grande pilota di tutti tempi, il leggendario Tazio Nuvolari.
Quest’anno si prospetta la realizzazione di un evento unico ed esclusivo, un vero e proprio “museo itinerante” di auto storiche con l’obiettivo, non solo di emozionare e appassionare il grande pubblico, ma anche di celebrare il mito del pilota che ha fatto la storia dell’automobilismo mondiale.
Dal 16 al 19 settembre 2021 gli equipaggi affronteranno un percorso in tre tappe: 1.000 km tra le bellezze del Centro-Nord Italia, attraversando paesaggi suggestivi di Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Umbria e Toscana.
L’evento, organizzato dal 1991 da Mantova Corse, si svolgerà nel rispetto delle normative F.I.A, F.I.V.A. e A.C.I. Sport, con una particolare attenzione ai protocolli della federazione sportiva nazionale.

Gran Premio Nuvolari 2021: il percorso

Venerdì 17 settembre la sfilata delle auto storiche partirà da Piazza Sordello, nel cuore di Mantova. Attraverserà le suggestive strade dell’Emilia, fino ad arrivare all’Autodromo di Modena: break per il pranzo e prove cronometrate. Si continuerà poi sugli Appennini, attraverso i passi Raticosa e Futa e, fino al Mugello Circuit, l’autodromo toscano di Formula 1, poi sulle colline romagnole verso l’Adriatico, con arrivo a Cesenatico: la prima serata si svolgerà nella prestigiosa location del Grand Hotel Leonardo da Vinci. A seguire, il pernottamento a Rimini.

Sabato 18 settembre la seconda tappa, la giornata più intensa del Gran Premio Nuvolari vedrà un percorso rinnovato: da Rimini verso Urbino, poi il passo di Bocca Serriola, Città di Castello, fino a Magione presso l’Autodromo dell’Umbria, il Lago Trasimeno e il break al Golf Club Lamborghini di Panicale. Controlli a timbro a Castiglione del Lago, Cortona e in Piazza Grande ad Arezzo. Nel pomeriggio gli equipaggi percorreranno le strade del Viamaggio verso l’Adriatico, con le prove di media a Sant’Agata Feltria. La Repubblica di San Marino accoglierà la carovana con l’ultimo gruppo di prove cronometrate della giornata e il controllo a timbro in Piazza della Libertà, all’apice del Monte Titano.

L’arrivo della seconda tappa è previsto a Rimini, lungo la passerella di Piazza Tre Martiri. La serata riserverà ai concorrenti il tradizionale Gala Dinner in onore di Tazio Nuvolari, nella meravigliosa cornice Felliniana del Grand Hotel di Rimini.

Domenica 19 settembre, il ritorno verso Mantova. Il percorso riserverà agli equipaggi le ultime sfide, le decisive per decretare il vincitore. Partendo da Rimini, si confronteranno con le temute prove cronometrate di Meldola, passando poi da Faenza, ospiti della Scuderia di Formula 1 Alpha Tauri. L’arena di piazza Ariostea sarà lo splendido colpo d’occhio che Ferrara regalerà ai concorrenti provenienti da tutto il mondo. Sarà poi la volta del rientro in terra mantovana, attraverso i controlli a timbro di Bondeno, Poggio Rusco, San Giacomo, Bondanello e il break per il pranzo nella magnifica abbazia di San Benedetto Po. Poi finalmente l’arrivo a Mantova, dopo 1.000 km, tra le accoglienti mura di Piazza Sordello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.