Quantcast

“Il costante impegno dell’Arma contro la violenza di genere”

Formazione e aggiornamento del personale, collaborazioni e lavoro di sensibilizzazione. Oltre naturalmente al controllo del territorio per l'attività di prevenzione e contrasto.

Carabinieri violenza di genere donne

(red.) L’impegno del Comando provinciale dei Carabinieri di Brescia è costante sia nel campo del contrasto che della prevenzione alla violenza di genere. L’Arma – informa una nota – può contare su personale specializzato, alla cui formazione e costante aggiornamento professionale viene rivolta particolare attenzione.
Nell’anno in corso, il Comando provinciale di Brescia ha svolto 12 cicli d’incontri finalizzati all’aggiornamento professionale, in tema di reati riconducibili alla sfera della violenza di genere, ai quali hanno partecipato un totale di 89 militari, tra comandanti di Stazione e di Nucleo Operativo e Radiomobile, appartenenti alle 7 Compagnie Carabinieri dislocate sull’intero territorio provinciale. Il personale partecipa altresì a momenti formativi e di confronto anche organizzati da enti ed associazioni delle rete antiviolenza presente in provincia.

Carabinieri violenza di genere donne

Tra le numerose iniziative, la facciata del Comando provinciale Carabinieri di Brescia si illuminerà anche quest’anno di arancione il 25 novembre in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, in adesione alla campagna internazionale “Orange the Word”, promossa dalle Nazioni Unite e sostenuta in Italia dal Soroptimist International.
L’iniziativa, realizzata in stretta sinergia con il Soroptimist Club di Brescia, si inserisce in un contesto di proficua collaborazione avviata già nel 2015 fra il Comando generale dell’Arma e Soroptimist International, rafforzatasi poi con il Protocollo d’Intesa sottoscritto nel novembre del 2019, che ha portato alla realizzazione, in numerose caserme dell’Arma, di “una stanza tutta per sé”, un ambiente idoneo all’ascolto protetto che permette di accogliere la vittima vulnerabile, presente anche nella caserma sede del Comando provinciale Carabinieri di Brescia e presso le Compagnie Carabinieri di Breno, Salò e Desenzano del Garda.

Carabinieri violenza di genere donne

Nel campo della prevenzione, ufficiali e marescialli partecipano con regolarità a convegni e manifestazioni finalizzati alla sensibilizzazione sulla delicata problematica. Inoltre, proprio in questi giorni a Roma, presso la Scuola Ufficiali Carabinieri, è in corso un seminario informativo, con l’obiettivo di fornire specifici elementi di psicologia comportamentale per migliorare l’approccio con le vittime vulnerabili, al quale partecipano anche militari del Comando provinciale di Brescia. L’attività rientra nel quadro di un recente protocollo d’intesa stipulato tra l’Arma dei Carabinieri e il Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.