Quantcast

Cattolica di Brescia, dal 18 ottobre nelle aule al 100%

Da lunedì gli studenti potranno accedere alle lezioni in presenza, ma previa prenotazione e mantenendo salde le regole di sicurezza sanitaria.

(red.) Buone notizie per gli studenti iscritti all’Università Cattolica di Brescia. Da lunedì 18 ottobre l’Ateneo è pronto ad accogliere gli studenti al 100%.

Non solo nella sede centrale della Leonessa, ma anche nelle succursali di Piacenza-Cremona e Roma (a Milano dal 20 ottobre) sarà consentito agli iscritti di accedere alle aule secondo la capienza massima delle stesse.

Una possibilità concessa, tuttavia, mantenendo salde le regole di sicurezza, come l’utilizzo dei dispositivi di protezione personale (mascherine), la distanza di sicurezza e l’igienizzazione frequente delle mani.

Come si legge sul sito dell’Ateneo, “l’andamento della situazione sanitaria consente oggi di aprire ulteriormente l’accesso alle aule e ai servizi, pur con costante attenzione alle esigenze di sicurezza sanitaria.”

Non solo, l’Ateneo bresciano informa che “sarà ancora necessaria la preventiva prenotazione per accedere agli spazi dell’Ateneo: le relative modalità saranno come di consueto disponibili sulla app ICatt. I passaggi da seguire restano invariati (in particolare, gli studenti dovranno confermare il posto assegnato entro 48 ore prima della data indicata)”.
“Le condizioni di accesso sono: possesso del Green Pass, utilizzo del badge o della tessera sanitaria per l’accesso, utilizzo delle mascherine. Rimane valida la raccomandazione di evitare gli assembramenti e mantenere il maggiore distanziamento concretamente possibile”.

“Per quanto riguarda la didattica, è confermata la trasmissione delle lezioni – che si tengono tutte con la presenza del docente in aula –  in diretta streaming. Le registrazioni delle lezioni saranno disponibili per almeno una settimana. Gli esami di profitto”, continua l’avviso dell’Università, “a partire dal 15 novembre, si svolgeranno in presenza, come gli esami di laurea”.

“Per l’utilizzo delle sale di lettura in biblioteca e delle aule studio resta confermato l’utilizzo della app Affluences per la prenotazione dei posti”.

“Infine”, viene specificato che “per quanto riguarda le mense universitarie, per le quali le regole sanitarie sono particolarmente stringenti, sono in corso le verifiche necessarie ad aumentare il numero di posti disponibili”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.