Quantcast

Si torna a ballare: discoteche riaperte con capienza ridotta

Dall'11 ottobre si entrerà solo con il green pass e la capienza al chiuso potrà essere al massimo del 35%, 50% all’aperto. Si potrà togliere la mascherina, ma solo in pista.

Più informazioni su

(red.) Riapertura delle discoteche, ma anche capienza per cinema, teatri e stadi con maglie meno stringenti nei provvedimenti anti Covid. Sono le misure adottate giovedì 7 ottobre dal Consiglio dei ministri, relativamente al decreto legge ‘capienze’, che ha deliberato “disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonché per l’organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali”. Le nuove disposizioni entrano in vigore l’11 ottobre 2021.

TEATRI-CINEMA-CONCERTI In zona bianca, per gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all’aperto, la capienza consentita è del 100 per cento di quella massima autorizzata sia all’aperto che al chiuso. Inoltre l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

MUSEI Nelle strutture museali è stata eliminata la distanza interpersonale di un metro.

SPORT Pubblico a eventi e competizioni sportive. La capienza consentita non può essere superiore al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 60% al chiuso.

DISCOTECHE La capienza nelle sale da ballo, discoteche e locali assimilati non può essere superiore al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 50% al chiuso. Nei locali al chiuso deve essere garantita la presenza di impianti di aerazione senza ricircolo dell’aria.
Si potrà togliere la mascherina per ballare, mentre la si dovrà indossare in tutti gli altri momenti.

SANZIONI In caso di violazione delle regole su capienza e green pass nei settori di spettacoli, eventi sportivi e discoteche, la chiusura si applica dalla seconda violazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.