Quantcast

“We stop Covid”, in Valcamonica Rotary con Asst per le vaccinazioni

(red.) Da oltre 60anni il Rotary Club Lovere Iseo Breno è attento alle dinamiche sociali del proprio territorio – informa una nota – e interviene a fianco degli enti con service capaci di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita della collettività. Il progetto “We Stop Covid” rappresenta forse una delle più importanti esperienze in tal senso, visto il momento storico in cui stiamo vivendo.
“Si tratta di un service che vede i nostri volontari rotariani e non a supporto dell’attività vaccinale promossa dall’Asst della Valcamonica”, dichiara Nicoletta Castellani, presidente del Rotary Club Lovere Iseo Breno. “Circa 110 volontari si alterneranno dal lunedì al sabato nei centri predisposti di Boario ed Edolo per garantire una qualificata presenza sia per la gestione del flusso degli utenti all’interno ed esterno dell’hub vaccinale sia per la somministrazione del vaccino stesso con medici e infermieri abilitati ad eseguire le vaccinazioni”.

“E’ un progetto nato a livello nazionale sostenuto da un accordo con il governo centrale, ma che assume connotazioni differenti a seconda dei territori”, completa la presidente Castellani. “In provincia di Brescia molti club si stanno muovendo; in Valle Camonica, grazie alla grande disponibilità e attenzione dell’Asst della Valcamonica e del suo direttore generale Maurizio Galavotti, già dal 12 aprile potremo avviare il progetto che ha una durata prevista di circa 3 mesi”.
Nel concreto, i volontari rotariani si porranno a integrazione del personale sanitario e della struttura sotto il coordinamento del direttore socio sanitario, Maurizio Morlotti, che provvederà, con il supporto delle articolazioni sanitarie, tecniche ed amministrative, a garantire la gestione organizzativa.

“La grande generosità del territorio camuno sebino” dice Maurizio Galavotti, direttore generale dell’Asst, “si manifesta anche in quest’occasione grazie al preziosissimo contributo del Rotary Club Lovere – Iseo – Breno. Accanto al supporto alle esigenze di apparecchiature e strumentazioni cliniche per il nostro Ospedale, ora il Rotary, forte della sua organizzazione e del suo radicamento, è a fianco dell’Asst: un accordo – quello appena concluso – che mette un qualificato e strutturato volontariato al servizio delle esigenze vaccinali della popolazione, secondo lo spirito filantropico che da sempre contraddistingue lo storico sodalizio”.
Le 7 linee di vaccinazione attivate presso il Centro Congressi di Darfo Boario Terme – che si sommano a quelle del Centro massivo di Edolo (Hotel Covid/ex convitto Bim) – saranno sostenute dal personale dipendente e libero professionista dell’Asstdella Valcamonica, da volontari (tra i quali numerosi ex dipendenti) che hanno aderito alla campagna direttamente intrapresa nei mesi scorsi da Asst e dai volontari del Rotary Lovere Iseo Breno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.