Quantcast

Colpi ai bancomat anche nel bresciano, banda finisce in manette

Almeno una settantina di episodi tra il 2017 e il 2019. Colpiti anche Brescia, Castegnato, Adro e Palazzolo.

(red.) L’altra mattina all’alba, giovedì 25 febbraio, i carabinieri hanno messo a segno un’operazione con cui è stata sgominata una banda attiva nei colpi ai danni degli sportelli bancomat in buona parte d’Italia, anche nel bresciano. La loro tecnica era sempre la stessa: piazzare una marmotta esplosiva facendo saltare in aria i punti di prelievo e riuscendo a impossessarsi del denaro. I colpi, oltre 70 quelli accertati, sono stati commessi tra il 2017 e il 2019 e tra questi figurano anche quelli commessi a Castegnato, Palazzolo, Adro e a Brescia città per un importo di più di 200 mila euro.

Ma come hanno ricostruito gli inquirenti della procura di Milano, a capo dell’inchiesta, il bottino totale dei colpi era stato di circa 3 milioni e mezzo di euro. Senza considerare un’altra trentina di episodi di cui la stessa banda potrebbe essere responsabile. La banda era formata da dieci persone, tutte finite agli arresti e di cui cinque in carcere e gli altri ai domiciliari. Si è anche verificato che grazie ai proventi uno dei capi era riuscito ad aprire un ristorante in Spagna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.