Quantcast

Pd, il segretario scelto dall’assemblea

Domenica, nel corso della consultazione degli iscritti, nessuno ha ottenuto la maggioranza dei consensi. Sarà l'assemblea provinciale con 101 delegati a scegliere.

(red.) sarà L’assemblea provinciale ad eleggere il segretario del Partito Democratico di Brescia. Nella giornata di domenica 27 ottobre, durante la consultazione degli iscritti, non ci sono stati candidati in grado di ottenere il 50% più una preferenza. Dei 4584 aventi diritto di voto, il 35% ha scelto Michele Orlando. Il 34% ha votato per Pietro Bisinella. Il 30%, invece, ha preferito Antonio Vivenzi. Di fatto il Pd è spaccato in tre parti quasi uguali, e il prossimo 9 novembre sarà l’assemblea provinciale a discutere e scelgliere il coordinatore. In verità si tratta di un risultato inaspettato.
Alla vigilia del congresso, infatti, erano in pochi a pensare che Vivenzi potesse ottenere percentuali importanti. Ora il sindaco di Paderno Franciacorta avrà un ruolo di primo piano per la scelta del segretario. Orlando, sindaco di Roncadelle, è stato il più votato ma, certamente, non è il vincitore. Infatti una srie di previsioni lo proiettavano con una percentuale ben oltre il 40%. Bisinella, invece, ha tenuto saldamente in città, dove ha ottenuto il 42% delle preferenze, mentre in provincia le sue preferenze sono state disomogenee.
Il 9 novembre sono 103 i delegati che, a maggioranza, dovranno scelgliere un leader provinciale per il prossimo triennio. Orlando può contare su 35 delegati, Bisinella su 35 e Vivenzi 30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.