Quantcast

Comune di Brescia, bilancio 2020 con un avanzo di 6,5 milioni

Entrate correnti a quota 321,9 milioni (più 3%), spesa corrente a 281,1 milioni. Trasferimenti straordinari per 45,7 milioni ricevuti da Stato, Regione e privati per l'emergenza Covid. Investimenti per 30,4 milioni.

Più informazioni su

(red.) Avanzo di 6,5 milioni con entrate correnti 2020 a quota 321,9 milioni (più 3%), in aumento di 9,4 milioni rispetto al 2019 soprattutto grazie ai 4,3 milioni in più portati dai dividendi delle controllate: 60,7 milioni di A2A, 1,1 di Centrale del Latte e 0,4 di CentroPadane. Spese correnti a quota 281,1 milioni al netto degli 11,7 milioni di contributi all’Agenzia del Trasporto pubblico locale. Questi in estrema sintesi i dati del rendiconto 2020 presentato dal comune di Brescia.
Sono ammontati a 30,4 milioni gli investimenti (edilizia scolastica, riqualificazione ambientale, viabilità, politiche giovanili) come nel 2019. Inoltre le spese correnti: 55,7 milioni per politiche sociali e famiglie, 49,6 per i trasporti pubblici, 41,9 per la tutela del territorio, 36,7 per istruzione e diritto allo studio, 20,8 per viabilità, 18,5 per ordine pubblico e sicurezza, 11,4 per cultura e turismo.
Da aprile a dicembre sono arrivati per il Covid al comune di Brescia trasferimenti straordinari per 45,7 milioni, così suddivisi: dallo Stato 40,9 milioni, dalla Regione 2,3 milioni e dai privati per 2,5 (i fondi di SostieniBrescia).
La Loggia ne ha spesi 18,6 per sostegni a cittadini e associazioni, sconti Tari ed esenzioni Cosap a commercianti e artigiani, trasporti pubblici. 27 milioni hanno coperto le minori entrate per la pandemia, come i mancati recuperi di Imu, Tari e Tasi (passati da 8,6 a 5,7 milioni) e la riduzione delle infrazioni al Codice della strada per il blocco della mobilità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.