Quantcast

Brescia, via libera a Fiera e palazzetto sport

La Camera di Commercio ha approvato l'aumento di capitale dell'Immobiliare. Il PalaEib pronto entro il 2017. In via Caprera possono tornare le esposizioni.

(red.) E’ la notizia che Brescia e i bresciani aspettavano da tempo. Da una parte il rilancio della Fiera e dall’altra la realizzazione del nuovo palazzetto dello sport al PalaEib. La svolta è arrivata martedì 12 luglio durante la riunione della giunta della Camera di Commercio che ha annunciato l’aumento di capitale all’interno dell’Immobiliare Fiera. Dopo il parere della Corte dei Conti che, in qualche modo ha consentito l’operazione, via Einaudi ha deciso di puntare alla riapertura della Fiera di via Caprera che era stata chiusa nel giugno del 2014 per i costi di gestione.
Martedì la giunta si riunirà per approvare la variazione di bilancio da 7,5 milioni di euro, risorse che entreranno nel bilancio dell’Immobiliare, la cui assemblea dei soci per approvare il resoconto del 2015 (in perdita di 1,9 milioni) si terrà il 28 luglio. Insieme ai fondi di Ubi Banca e Aib e forse di A2a e Unicredit, i conti della Fiera saliranno di 11,8 milioni. Di questi, la parte della Camera di Commercio (7,5 milioni) servirà a finanziare i lavori del palazzetto dello sport e la manutenzione dell’Immobiliare di via Caprera. Una soluzione che consentirà anche di dimezzare il debito.
Entro luglio sarà validato il progetto per la ristrutturazione del PalaEib (a carico della Fiera), mentre a settembre verrà firmata la convenzione con palazzo Loggia per dare al comune di Brescia la proprietà e gestione del nuovo palazzetto. L’impianto ospiterà oltre 5 mila posti con palestre, foyer, sala vip, spogliatoi e la possibilità di organizzare altri eventi. I lavori dovrebbero iniziare entro la fine del 2016 per consentire l’apertura entro il 2017. Così diventerà il nuovo stadio del Basket Brescia che per la stagione 2016-17 giocherà al PalaGeorge di Montichiari.
La Fiera, invece, sarà data in affitto a Pro Brixia, l’azienda speciale della Camera di Commercio che si occuperà della gestione e organizzazione degli eventi. A fronte di un canone da 670 mila euro all’anno (in gran parte coperti da via Einaudi), via Caprera potrà di nuovo ospitare le rassegne. Il 15 e 16 ottobre ci sarà “Rombo di tuono”, nel 2017 la possibilità di avere Brescia Casa Design e si valuta per un ritorno di Exa, la fiera delle armi. La struttura potrà ospitare anche altri eventi tra convegni e attività degli ordini professionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.