Quantcast

Anmil, 63 anni di infortuni sul lavoro

Per la giornata nazionale dedicata agli invalidi e ai mutilati celebrata al Vanvitelliano era presente anche il sindaco Del Bono: «Meno vittime ma il sacrificio è ancora troppo alto».

(red.) C’era anche il sindaco Emilio Del Bono a parlare davanti ai mutilati e agli invalidi di Brescia. L’occasione era la cerimonia per la 63esima Giornata nazionale dedicata all’invalidità civile, celebrata domenica mattina presso il Vanvitelliano.
Qualche buona notizia è il presidente dell’Associazione mutilati, Angelo Piovanelli di Brescia a darla. Nel 2012 gli incidenti sul lavoro, in particolare quelli mortali, hanno fatto registrare il minimo storico. «Ma c’è ancora molto da fare -ha aggiunto Piovanelli -.Mai come oggi le imprese debbono porre la massima attenzione alla salvaguardia dell’incolumità dei propri lavoratori».
Del resto, se calano i numeri dei caduti sul lavoro e degli infortuni, aumentano di contro le malattie professionali. Le statistiche dell’Anmil infatti parlano chiaro: sono 396 lavoratori sono deceduti nel 2012 e circa 17mila i casi di malattie professionali riconosciute nella nostra provincia. Alla folta rappresentanza di invalidi il sindaco ha pronunciato parole di sostegno e ammirazione: «Siete non solo parte viva di un’associazione che difende i legittimi interessi di una sfortunata categoria di lavoratori; siete soprattutto un baluardo di attenzioni su un tema non ancora debellato». «Pur calando il numero degli infortuni,  sacrificio di vite umane sull’altare del lavoro è ancora troppo alto», ha concluso il sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.