Quantcast

D’Adda (Sel): “Più impegno per le donne in Regione Lombardia”

Più informazioni su

(red.) “In Italia c’è bisogno di rinnovamento e credo che un cambio di marcia significativo possa venire dalle donne”.
Così Elisa D’Adda, candidata bresciana alla Regione per Sel, torna sul tema delle politiche femminili al Pirellone. Secondo D’Adda, sono le donne a produrre di più sul lavoro, sono multi-tasking e portano una sensibilità diversa in politica e negli consigli di amministrazione. “Il dato di Unioncamere è che al momento un’impresa su quattro è al femminile. Il mio impegno, o se verrò eletta in regione Lombardia, è rivolto soprattutto alle politiche femminili e nello specifico alla realizzazione di più asili nido a costi più ridotti per quanto riguarda il pubblico e dare incentivi alle aziende strutturate affinché si dotino di asili nido al loro interno. Voglio proporre  l’istituzione di un fondo a sostegno delle madri precarie che se in maternità rischiano di perdere il posto di lavoro oppure di rimanere senza stipendio. Altro tema importante è la parità di genere e quindi l’introduzione di un sistema elettorale con doppia preferenza e l’obbligo della rappresentazione al 50 e 50 nei consigli di amministrazione”.
D’Adda si propone anche di spendersi per le politiche serie contro la violenza sulle donne. “In risposta a Se Non Ora Quando intendo spendermi per la realizzazione di un osservatorio regionale del fenomeno, per la costituzione di fondi da dare a quelle associazioni che lavorano più efficacemente per tutelare le donne e soprattutto per favorire l’introduzione di un supporto psicologico per gli uomini che agiscono violenza”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.