di Sandra Perini
La Naturopatia è un insieme di discipline olistiche complementari che si occupano dello stato di salute della persona attraverso una valutazione energetica e funzionale. Essa attiva la forza di autoguarigione insita nella persona e la sua capacità di autoregolazione utilizzando metodiche e rimedi naturali. Opera nell’ambito della prevenzione attraverso la disintossicazione a livello fisico ed emotivo, mentale ed energetico. Non si sostituisce ad un parere medico anzi in molti casi il Naturopata collabora con il medico promuovendo anche il percorso di consapevolezza della persona.

L’autunno è alle porte e con i primi sbalzi di temperatura possiamo incorrere in alcuni tipici malanni di stagione come il raffreddore, l’influenza, la tosse e il mal di gola.
L’Aromaterapia prevede l’uso degli oli essenziali per la prevenzione della salute e del benessere della persona. Le essenze sono veicoli molto efficaci e nello stesso tempo richiedono attenzione e cautela nell’utilizzo. Un requisito importante è che siano certificati come naturali e che siano chemotipati cioè che sulla boccetta sia menzionato il principio chimico presente. Ecco alcuni oli essenziali che si possono utilizzare con tranquillità per prevenire il disagio autunnale:

Abete Bianco: balsamico, antisettico, immunostimolante e antinfiammatorio. Lo possiamo utilizzare fino a 10 gocce nel diffusore, tutti i giorni e per tutto il periodo del freddo. Rinfresca e purifica l’aria, sostiene il sistema respiratorio e facilita la concentrazione. Una valida alternativa all’Abete Bianco è il

Limone: antipiretico, antisettico, battericida e immunostimolante oltre che essere ipotensivo! Stimola efficacemente il sistema immunitario e favorisce la produzione di globuli rossi. Alcalinizzante naturale. Utile anch’esso come preventivo in diffusione 10 gocce al giorno: oltre che donare un profumo rinfrescante elimina i batteri e virus nell’aria. Come antipiretico va usato massaggiato sui polpacci 6-8 gocce diluite in olio vegetale.

Sandalo: preziosa e nobile essenza per le sue proprietà energetiche oltre a quelle fisiche. Per l’autunno è indicato principalmente come sostegno in caso di mal di gola si può applicare purissimo sulle zone dolenti: oltre a lasciare un tocco magico aromatico faciliterà la riduzione dell’infiammazione; oppure si possono fare dei gargarismi più volte al giorno aggiungendo una goccia di olio essenziale al succo di mezzo limone miscelato in acqua calda.

Lavanda: sedativo per la tosse, balsamico, antisettico e regolatore del sistema nervoso. Ottimo per bronchite e tosse e per infiammazioni muscolari, lenisce i dolori alle orecchie, stimola la formazione di globuli bianchi e ipotensivo. Diffondendo 10 gocce nella lampada ad aromi si ha un buon effetto balsamico oltre che purificante dell’aria.

Sandra Perini, naturopata, aromaterapeuta e psicoterapeuta, lavora a Brescia. Visita il suo sito e segui le sue conferenze.

Comments

comments