Quantcast

Lite fra condomini a Montichiari, botte e ferite per 66enne e 21enne

Il ragazzo ha riportato la rottura di una costola e una ferite superficiale per una coltellata. L'anziano un trauma cranico.

(red.) Nella tarda serata di ieri, venerdì 9 aprile, i carabinieri della Stazione di Montichiari, a conclusione degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà per il reato di lesioni personali aggravate un 66enne, pensionato, e un 21enne, disoccupato, entrambi privi di precedenti di polizia.
In particolare i carabinieri, dopo che era pervenuta una richiesta d’intervento alla centrale operativa, si sono recati presso il condominio abitato dai due che, al temine di una lite scaturita per futili motivi riconducibili a dissidi condominiali, soprattutto alla musica troppo alta sparata dall’impianto del più giovane, erano arrivati allo scontro fisico.

Da una preliminare ricostruzione, sembrerebbe che il giovane era intento ad effettuare dei lavori di giardinaggio nel cortile condominiale ascoltando della musica ad alto volume e il pensionato, infastidito, sarebbe sceso lamentandosi. Forse, fra i due, vi erano stati anche attriti precedenti. Dopo la discussione verbale, si è passati alle mani. Al pensionato gli sarebbe stato lanciato contro il decespugliatore e il “giardiniere” è stato sfiorato da una coltellata; pertanto il 66enne è stato deferito anche per il reato di porto abusivo di armi.
Successivamente, sul posto è intervenuto anche personale del 118. Il 66enne è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Montichiari e, dopo le prime cure, è stato dimesso con una prognosi di due settimane avendo riportato un trauma cranico con lesione; il giovane è stato, invece, trasferito presso l’istituto ospedaliero “Poliambulanza” di Brescia e ricoverato, in osservazione, non in pericolo di vita, con una prognosi di un mese per aver riportato la frattura di una costola e una superficiale ferita da taglio. Il coltello e il decespugliatore sono stati posti sotto sequestro. Sono ancora in corso accertamenti per definire la dinamica dei fatti nel dettaglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.