Quantcast

Freddata alle 10 alla Mandolossa

Uccisa la moglie del proprietario della pizzeria Da Frank. Gravemente ferito il marito, Francesco Serramondi. Un delitto del raket?

Colpi pistola(red.) Gravissimo fatto criminale a Brescia, alle 10 di questo martedì 11 agosto 2015. Una donna è morta, uccisa da colpi d’arma da fuoco nel corso di una sparatoria avvenuta in via Valsaviore, nei pressi della Mandolossa, zona a rischio per traffici illeciti e per lo sfruttamento della prostituzione.
La vittima è la moglie del titolare della pizzeria d’asporto Da Frank. Si chiamava Giovana Ferrari e aveva 63 anni. Anche Francesco Serramondi, 65enne proprietario dell’attività, è stato colpito dal commando omicida. L’uomo è rimasto gravemente ferito e si trova ricoverato in ospedale.
Il dubbio degli inquirenti è che su quell’attività commerciale si siano allungate le ombre del raket. Un’altra ipotesi è che si possa trattare di una vendetta maturata nel mondo illegale che frequenta di notte tutta quell’area alle porte Ovest della città.
A rendere ancora più pesanti gli interrogativi sull’episodio, è il fatto che lo scorso primo luglio un dipendente della pizzeria, un albanese di 43 anni, sia stato ferito con diversi colpi di arma da fuoco.
Pur nel massimo riserbo delle indagini, non si esclude che gli episodi siano collegati. Gli investigatori stanno verificando se gli assassini abbiamo sparato proprio per uccidere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.