Quantcast

I love you Tosca al teatro Grande di Brescia

Più informazioni su

(red.) Il cartellone della Stagione Ottobre-Dicembre 2018 torna ad ospitare gli spettacoli dedicati al pubblico dell’infanzia per avvicinare e alfabetizzare i più piccoli e le giovani generazioni ai nuovi linguaggi della contemporaneità.
La compagnia Kinkaleri porta in scena al Teatro Grande lo spettacolo I love you TOSCA nei giorni 25 e 26 ottobre per le scuole e sabato 27 ottobre alle ore 16.00 per il pubblico dei ragazzi (consigliato dai 7 ai 10 anni) e delle famiglie. Dopo Turandot e Madama Butterfly, si conclude con Tosca la trilogia dedicata da Kinkaleri alla riscrittura di alcune opere del Maestro Giacomo Puccini. L’ingresso 10 euro, per gli under 12 3 euro.

La compagnia, ancora una volta, intraprende una originale operazione di riadattamento e innovazione della messa in scena, un percorso di ricerca espressiva su un patrimonio popolare che ha nel suo rapporto narrativo la potenza dell’evocazione emotiva più diretta e universale. I Love You TOSCA segue le vicende dell’ennesimo, coraggioso e tragico personaggio femminile pucciniano e lo fa attraverso il gioco con lo spazio e le sue mutazioni. In scena due figure: la protagonista femminile che porta con sé la potenza del recitar cantando e un performer che accoglie simultaneamente tutti gli altri personaggi nel vortice del molteplice “poter essere”, in connessione con la miracolosa forza della fantasia creatrice dell’infanzia. Le trasformazioni dei personaggi, a contrasto con la loro sanguigna e cruda realtà, diventano un vero e proprio atto di magia. Un mantello cela e svela i personaggi, li trasforma e li rende presenti come solo il gioco serio di ogni bambino conosce. Lo spettacolo si sviluppa nel tentativo di non nascondere nessun avvenimento, per quanto scabroso possa essere, al fine di trasformarlo in esperienza di teatro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.