Quantcast

Ben Harper chiude in bellezza Tener-a-mente

(red.) Giovedì e venerdì 11 agosto due concerti unici di Ben Harper chiudono il festival del Vittoriale Tener-a-mente, in programma all’Anfiteatro del Vittoriale di Gardone Riviera, sulla sponda bresciana del lago di Garda. I cancelli aprono alle 20. Entrambe le serate sono esaurite.

Nato nel 1969 in California, Ben Harper si avvicina alla musica molto presto, specializzandosi nell’uso di una chitarra slide molto popolare negli anni ’30 dal suono blues, che Harper mixa abilmente alla musica più moderna, per lui rappresentata da Jimi Hendrix e Bob Marley. Dopo una prima autoproduzione (“Pleasure And Pain”), nel 1994 esce “Welcome To The Cruel World”, accolto con entusiasmo. L’anno successivo è la volta di “Fight For Your Mind”, seguito da “The Will to Live” nel 1997.

Nel 1999 esce “Burn To Shire”, un album che esprime la fervida vena creativa dell’artista, in grado di aprirsi ad atmosfere più intimiste. Ben Harper diventa presto famoso tra la fine degli anni Novanta e l’inizio degli anni Duemila per le sue canzoni in grado di mescolare il folk ed il blues americano con i ritmi provenienti dal reggae e dalle world music. Oltre che per la sua voce, l’artista si fa presto riconoscere soprattutto per l’utilizzo della “steel guitar”, una chitarra elettrica che Harper suona appoggiata sulle ginocchia schiacchiando i tasti con un tubo di metallo. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.