Quantcast

Primo concerto, Ensemble del Teatro Grande

(red.) La stagione concertistica del Teatro Grande prosegue all’insegna di importanti ospiti del panorama musicale internazionale. In occasione del primo concerto dell’Ensemble del Teatro Grande, in programma domenica 5 febbraio alle 11.00 nel Salone delle Scenografie, la formazione diretta da Sandro Laffranchini vedrà infatti la speciale partecipazione di Behrang Rassekhi, prima viola dell’Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma.

“Di origini iraniane, Behrang Rassekhi si è formato prima in Italia e successivamente in Germania e in Spagna, facendosi notare dal Maestro Claudio Abbado che lo selezionò ancora studente per far parte della allora nascente Orchestra Mozart. Oltre ad essere impegnato in numerose tournée europee, Behrang Rassekhi partecipa alle attività della Human Rights Orchestra, nonché a quelle della West-Eastern Divan Orchestra, formazione fondata dal celebre direttore argentino-israeliano Daniel Barenboim insieme allo studioso palestinese Edward Said che unisce musicisti Israeliani e delle altre Nazioni del Medio Oriente”.

“Per il concerto di domenica l’Ensemble propone il Quartetto n. 6 in fa minore op. 80 di Felix Mendelssohn e il Quintetto n. 2 in sol maggiore op. 111 di Johannes Brahms. Oltre a Behrang Rasseki e Sandro Laffranchini, primo violoncello del Teatro alla Scala, si esibiranno Laura Marzadori e Daniele Richiedei al violino ed Eugenio Silvestri alla viola”.

“I biglietti per il concerto di domenica 5 febbraio sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Grande, sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it e in tutte le filiali di Brescia e provincia di Ubi Banco di Brescia (orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00. Nel giorno dell’evento la Biglietteria sarà aperta dalle ore 10.00 fino all’inizio del concerto). L’accesso al Salone delle Scenografie è previsto da via Paganora 19″.

Per altre info: ENSEMBLE DEL TEATRO GRANDE.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.