Quantcast

Spazio Dams, in scena l’Anfitrione di Plauto

(red.) Il gruppo teatrale Fabulae Inversae torna in scena, replicando lo spettacolo ispirato all’Amphitruo di Tito Maccio Plauto, già portato in scena il giugno scorso, il 7 dicembre 2016 alle 16 presso lo Spazio Dams (via San Martino della Battaglia, 11).

La compagnia, arrivata oramai al terzo anno di attività, è composta da nove giovani attori tutti iscritti all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, è guidata alla regia da Stefano Rovelli, docente di Latino e attore teatrale per l’associazione Kèrkis e alla direzione scientifica da Massimo Rivoltella, docente di Letteratura Latina. Le Fabulae Inversae si pongono come obiettivo la promozione della cultura classica attraverso l’interpretazione di opere comiche latine”.

“Il latino è così portato dai banchi e dai libri di studio sul palcoscenico ed è mostrato ad un pubblico più ampio e pronto a scoprirne la grande forza e freschezza. L’intento oltre che di divertire è quindi quello di trasmettere questo patrimonio al di fuori dell’Università, perpetrando quel motto tanto caro ai latini: docere ludendo. La buona affluenza e il discreto interesse alle due rappresentazioni finora portate in scena, l’Hecyra di Terenzio e il già citato, Amphitruo di Plauto, ha portato alla realizzazione di una replica di quest’ultimo spettacolo. Ingresso gratuito”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.