Dante e De Andrè, musica e poesia al San Carlino

(red.) Cosa hanno in comune Dante ed Fabrizio De Andrè?
Entrambi parlano dell’uomo, ne definiscono i contorni, le sfaccettature, le debolezze, i vizi, ma anche le virtù, il vigore, le emozioni. E così Beatlesiani d’Italia associati hanno deciso di metterli insieme, per una una serata tra musica e poesia al Teatro San Carlino di corso Matteotti a Brescia, domenica 10 novembre, dal titolo
“Dante e De Andrè Il Sogno – L’Inferno Spettacolo Teatral-Musicale” con mostra fotografica di Fabrizio De Andrè a cura di Rolando Giambelli, con il patrocinio della Provincia di Brescia.
Lo spettacolo unisce alla recitazione e spiegazione di celebri passi tratti dall’Inferno e dal Purgatorio della Divina Commedia di Dante Alighieri, le più belle canzoni di Fabrizio de Andrè e momenti musicali. L’esecuzione ha la durata di circa 2 ore e prevede la recita a memoria di mille versi circa della Divina Commedia. Sul palco, Antonino(Ninè) Ingiulla, voce recitante, canto, chitarra.
Ingresso libero con offerta volontaria.  All’entrata saranno consegnati dei bigliettini numerati che daranno il diritto a partecipare all’estrazione a fine spettacolo di tre fotografie scattate durante le prove del tour “Le Nuvole” nel 1991 a Fabrizio De Andrè dal fotografo Rolando Giambelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.