Quantcast

Brozzo, in scena la storia del borgo

Più informazioni su

(red.) Domenica 22 settembre alle 14,30 (in caso di pioggia domencia 29 settembre, alle 14,30) va in scena a Brozzo di Marcheno (Brescia) la piece intitolata “Brozzo: il borgo, la storia”.
Il portico di “Casa Baldracchi-Zappa” con “Mantella e borsone” scorre la testimonianza di chi attraverso lo sportello di un ufficio postale vede personaggi e dà consigli di vita; nel giardino di “Casa Castelnuovo”, con “Fatto a mano”, un artigiano ripercorre la tradizione della lavorazione del legno agli albori delle falegnamerie; “Casa Zaiba” ospita “Dopo l’avviamento” narrazione su operaie della prima industrializzazione di un paese prevalentemente agricolo; al “Cortile della Canonica” ne “Ai piani alti”, la perpetua racconta all’amica le sue esperienze di domestica lontano, in casa d’altri, confrontandosi sul vissuto milanese e la vita del paese. “Livello 23”, nello scantinato di “Palazzo Foresti- Foccoli”, è storia di miniera, omaggio a chi sottoterra in valle o all’estero ha faticato in condizioni spesso disumane per crearsi il benessere. “Alosànfan”, nel cortile di “Casa Mazzoldi-Zubani”, è la narrazione storica degli eventi che nell’aprile del 1797 videro combattere soldati dell’armata napoleonica contro abitanti di Brozzo sostenitori della repubblica veneta. Il pomeriggio si conclude intorno alle 18,30 con l’intervento del Gruppo di danze popolari “Il Salterio” di Brescia, che animerà la Piazza coinvolgendo il pubblico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.