Maderno, chitarre e mandolini sono specialità trentina

Più informazioni su

(red.) Viene da Trento il Quartetto Mandolinistico Neuma, in concerto lunedì sera a Maderno. In scaletta pezzi di Sartori, Vivaldi Mozart, ma anche brani della tradizione popolare internazionale
Il peggiore preconcetto vuole gli italiani sempre ad arpeggiare con il mandolino. Ma ci sono modi e modi di farlo. Il concerto del Quartetto Mandolinistico Neuma arriva a Maderno, per confermare ma soprattutto per smentire questo ostinato immaginario collettivo. Il gruppo trentino dimostra come lo strumento tradizionale partenopeo sia in grado di dare vita a qualsiasi tipo di musica. Per l’occasione Alessandro Boni (mandolino, mandola e oud), Franco Giuliani (Mandolino, bouzouki e chitarra), Elvio Salvetti (chitarra, mandoloncello), costituiti in quartetto dal 2002, moduleranno le corde dei loro strumenti sulle musiche di Bach, Vivaldi, Mozart, Sartori (compositore trentino di inizio secolo), ma anche sul tango di Astori Piazzolla e sulle melodie contemporanee di Kirchner. Ma non solo: oltre a tutta la prestigiosa tradizione classica, il quartetto è da sempre innamorato dei generi popolari, dal folk irlandese alla musica country, passando per la canzone popolare italiana. L’appuntamento, a ingresso libero, è nel cortile dell’ex Acli alle ore 21.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.