Quantcast

Estate Musicale del Garda, a Salò Uto UGhi

Più informazioni su

(red.) Tornano le grandi star dell’archetto all’Estate Musicale del Garda, quelle che hanno fatto la gloria della rassegna salodiana: Uto Ughi, in testa a tutti. E arrivano, per la prima volta, personaggi come Richard Galliano ugualmente star ma, di altro strumento rispetto al violino, infatti Galliano è un fisarmonicista francese di musica jazz di origini italiane.
Per intercettare le istanze del pubblico giovane arrivano i 2Cellos (il croato Stjepan Hauser e lo sloveno Luka Sulic), i formidabili violoncellisti lanciati da Elton John che suonano con il nobile strumento ad arco i classici del pop e del rock, da Michael Jackson agli U2, che con il concerto di Salò inaugurano la loro tournée italiana..
Sono questi i cardini del Festival Violinistico Internazionale “Gasparo da Salò” (Brescia) 2013, giunto alla 55esima edizione, un traguardo che annovera la kermesse musicale gardesana tra le più longeve a livello nazionale. Altra importante novità: quest’anno c’è un’orchestra “in residence”, la Camerata Ducale, compagine specializzata nella musica per archi (fornisce regolarmente il supporto al Concorso Violinistico Internazionale “G. B. Viotti” di Vercelli), una “spalla” ideale per i grandi solisti attesi sulla ribalta del Festival.
Sabato 13 Luglio Uto Ughi, virtuoso violinista che il mondo ci invidia, aprirà l’Estate Musicale nella splendida cornice di Piazza Duomo. Il suo prezioso Guarneri del Gesù del 1744 emoziona generazioni di appassionati.  Il celebre maestro è un beniamino del Festival di Salò, dove ha tenuto memorabili concerti e dove il pubblico lo attende con devozione. Al suo fianco la Camerata Ducale, orchestra congeniale per esaltare le qualità di un solista di simile bravura.
La stessa compagine tornerà il 20 luglio per tenere un concerto con un altro pezzo importante del panorama violinistico italiano, Guido Rimonda, dotato di uno splendido Stradivari, alle prese con un programma virtuosistico da Mozart a Paganini. Il 27 luglio sarà la volta dei 2Cellos, beniamini del “popolo di YouToube” (la loro versione di Smooth Criminal di Michael Jackson ha battuto ogni record in fatto di contatti) e del loro spettacolare programma a cavallo tra i generi.
Il 3 agosto gran finale con un mito della musica, Richard Galliano: personalità tra le più grandi e complete della musica del nostro tempo. Con lui la Camerata Ducale e lo stesso Rimonda violino solista, a testimoniare fino alla fine la presenza dello strumento simbolo del Festival e di Salò.
In cartellone non mancherà l’orchestra a fiati cittadina, intitolata a Gasparo da Salò, con un programma originale, tutto a stelle e strisce, che sposa fiati e archi con brani di autori quali Gershwin, Bernstein e la prima italiana del Concerto per fiati e viola di Morton Gould.
Infine, quest’anno l’Estate Musicale del Garda dedica uno spazio ad un interessante ciclo di conferenze tra cui una, curiosa e gustosa nel senso vero del termine: “Libiam ne’ lieti calici, l’alfabeto della cucina verdiana”, condotta da Roberto Codazzi (da anni direttore artistico del Festival) dedicata alle preferenze enogastronomiche del compositore più amato dagli italiani e di cui ricorre il bicentenario della nascita. L’incontro si terrà venerdì 12 luglio alle ore 21.30 presso il Palazzo Municipale, Loggia della Magnifica Patria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.