Carpenedolo, “La Settima Onda” del Centro Bresciano Down

(red.) Da un’idea nata nel 2012 a corollario delle varie manifestazioni per il 20esimo anniversario della fondazione del Centro Bresciano Down, la mostra fotografica “La Settima Onda”, dopo il successo di pubblico e la curiosità che ha generato nei precedenti appuntamenti, prosegue la sua esposizione itinerante.
Un gruppo di appassionati fotografi si è dedicato a ritrarre alcuni ragazzi del Centro Bresciano Down in vari momenti della loro vita. Un percorso delicato che si serve di una grande arte per rappresentare la normale diversità delle persone affette dalla Sindrome di Down.  Il risultato è una collettiva di ritratti intensi, brillanti e spensierati, secondo lo stile di ognuno dei fotografi coinvolti.
La grande maestria degli artisti è stata aiutata dalla semplice e schietta anima dei nostri figli. Il risultato di questa miscela umana, quasi magica, è aver ottenuto delle foto mai banali e soprattutto pervase da una poesia unica. Come si guarda un’opera d’arte cercando di capire i sentimenti di chi l’ha prodotta, così ci si mette in contemplazione di fronte a queste immagini per cercare di affondare nella vita a volte difficile, di chi vi è ritratto.La mostra è stata ideata e realizzata dai fotografi: Massimo Alfano, Enrico Benedice, Elena Bertelli, Marco Bianchetti, Manuel Colombo, Ernesto Mezzera, Franca Perletti, Marco Giacomo Pasinelli, Silvano Peroni,  Laura Predolini e Franca Perletti.
L’esposizione è allestita a Palazzo Deodato Laffranchi, in Piazza Martiri della Liberta, 7, a Carpenedolo. L’inaugurazione è prevista per venerdì 18 gennaio alle 20,30. Altre aperture (dalle 15 alle 20): sabato 19 gennaio; domenica 20 gennaio; sabato 26 gennaio; domenica 27 gennaio. L’ingresso è gratuito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.