Quantcast

Al Palabrescia “Io non taccio” con Don Andrea Gallo

Più informazioni su

(red.) Dopo oltre trenta repliche nella stagione precedente e il grande successo di pubblico riscontrato,  anche per la stagione teatrale 2012-2013 Don Gallo sarà nuovamente in scena nello spettacolo “Io non taccio”, prodotto dalla Promo Music di Bologna, scritto da Stefano Massini e dedicato alla figura del predicatore Girolamo Savonarola, magistralmente impersonato dal fondatore della Comunità di San Benedetto al porto di Genova.
Un reading in cui gli scritti del frate domenicano Savonarola, passato alla storia per le feroci invettive contro la corruzione e il degrado morale in cui verteva la chiesa romana e la società della fine del quattrocento, e per questo scomunicato da Alessandro VI e condannato al rogo in pubblica piazza per eresia, prendono corpo e voce nell’interpretazione di Don Andrea Gallo, il “prete anarchico”, da sempre in prima linea in difesa degli ultimi e degli emarginati.
Lo spettacolo va in scen ala PalabRescia di via San Zeno, mercoledì 16 gennaio alle 21.
Una perseveranza in difesa dei più deboli, quella di Don Gallo, senza nessun timore di entrare in conflitto con la dottrina ufficiale della chiesa, con la società o la cultura dominante, che lo avvicina ulteriormente alla figura incorruttibile del predicatore ferrarese.
Io non taccio, offre l’occasione per scoprire la straordinaria modernità di scritti di cinque secoli fa che alla luce delle cronache di questi giorni, appaiono sorprendentemente attuali.
Le musiche originali, composte da Valentino Corvino grazie ad un sapiente lavoro di ricerca sulle sonorità della musica sacra della fine del quattrocento, attualizzate attraverso elaborazioni elettroniche, saranno eseguite in scena da C-Project, l’ensemble che dal 2004 ad oggi accompagna le più importanti produzioni Promo Music, come il celebre Promemoria di e con Marco Travaglio.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.