Ecomafie, un incontro di Legambiente a Brescia

Più informazioni su

(red.) Che cos’è un’ecomafia? Come si Sviluppa? Dove si installa? A queste domande tenta di rispondere Legambiente interrogando la stampa e la Magistratura. “Ecomafia”, si legge in una nota dell’associazione ambientalista di Brescia, “è un sistema di complicità, connivenze e malaffare che si sviluppa attorno a imprese nate legalmente, spesso gestite da veri imprenditori, nordici e ariani, che tuttavia si avvale di clienti e fornitori senza scrupoli e di un sistema amministrativo compiacente e inerte. In questo modo fare cave, discariche, trattare rifiuti, produrre asfalto e cemento può diventare un’attività molto lucrosa, e quasi indenne da rischi e controlli, visto che chi deve controllare è distratto, poco vigile e qualche volta perfino addomesticato”.
“Questo sistema”, viene spiegato, “non ha necessariamente bisogno della criminalità organizzata perché può originarsi da imprenditori avidi e sicuri della propria impunità. Dunque può nascere al nord, al sud, al centro senza bisogno di ‘ndrangheta e camorra. Qualche volta servono i soldi sporchi; ma se qualcuno ha buone relazioni con le banche è fatta egualmente”.
“Per fare tutto questo”, spiegano gli ambientalisti, “concorrono autorizzazioni regolari e legittime, almeno apparentemente. Ma questo non è un problema allorché si hanno di fronte burocrazie passive e inerti, che non negano autorizzazioni a nessuno, magari con tante prescrizioni che non si è neppure in grado di verificare o controllare”.
Di tutto questo Legambiente discute martedì 27 novembre alle 21 in sala Piamarta (via San Faustino, 74) a Brescia.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.