Quantcast

A Ome la magia di cialtroni e giullari in “Folìa”

Più informazioni su

(red.) Domenica 15 luglio alle 21,15 a Ome (Brescia), nella Chiesa di San Michele, Bilico Teatro  presenta “Folia”, spettacolo inserito nel cartellone della XIII edizione il Festival di teatro ragazzi e giovani “Il canto delle cicale”.
Vagabondi, mendicanti, ciarlatani: istrionici e grotteschi personaggi sembrano uscire da un frammento di cultura popolare del Cinquecento per unirsi come musicanti in una folle carovana.
“Folìa” è un’onirica combriccola di briganti festaioli: storpi, zoppi, maghe veggenti, donne serpenti, asini d’oro, cialtroni e giullari.
Folli commedianti che sopravvivono tra stenti e astuzie esibendo le proprie musiche e danze per le vie delle città che incontrano. Nomadi che vivono in un mondo alla rovescia dove il mendicare si trasforma in una comicità surreale, dove le sembianze umane si confondono con quelle animali e dove le deformità e le  furberie divengono sostenti per sopravvivere.
“Folìa” è uno spettacolo dove i trampoli si fanno stampelle, protesi, bastoni, perni di equilibrio e di stupore, strumenti prodigiosi che magicamente permettono agli storpi di divenire acrobati e ai nani di tramutarsi in giganti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.