Quantcast

A Borgonato la XX Primavera Culturale della Franciacorta e del Sebino

Più informazioni su

(red.) Giovedì 24 maggio alle 20,30 a Borgonato di Cortefranca (Brescia) in Borgo Antico San Vitale Via Cavour, 5 viene presentato il libro “Il senso del luogo. Paesaggi di Franciacorta e Sebino. Atti del Convegno XI Biennale”
Relatori sono  Prof. Arch. Ivana Passamani (responsabile scientifico, Università degli Studi di Brescia Facoltà di Ingegneria);   Dott.ssa Paola Alberti (Centro Culturale Artistico di Franciacorta e Sebino); Giovanni Frassi (Presidente della Fondazione Cogeme Onlus). A seguire premiazione delle tesi di laurea. L’ingresso è libero.Il volume raccoglie gli Atti del Convegno che il Centro Culturale Artistico di Franciacorta e Sebino, in collaborazione con il DICATA dell’Università degli studi di Brescia – Facoltà di Ingegneria e con il contributo della Fondazione Cogeme Onlus e del Soroptimist International Club di Iseo, ha proposto nell’ottobre del 2010, in occasione dell’11^ Biennale di Franciacorta e Sebino.
La giornata di studi ha offerto chiavi di lettura e spunti di riflessione sulle tematiche del “paesaggio” della Franciacorta e del Sebino, di cui da sempre gli enti promotori si occupano, proponendo iniziative di notevole interesse scientifico e sociale.
Attraverso il convegno è stato possibile rinnovare ed alimentare l’attenzione verso tematiche così attuali e sentite come quelle legate al paesaggio, delineando una lettura del tema che vuole evidenziare, appunto, il senso del luogo. L’essenza dei luoghi stimola i nostri sensi e qualifica la nostra esistenza. Noi siamo il prodotto della terra che ci ospita e dona ai nostri occhi scenari suggestivi all’equilibrio delicato. Siamo i detentori di un bene dal valore incommensurabile, un bene da rispettare, tutelare e valorizzare affinché anche le generazioni future possano goderne.          Il 2012 è un anno importante per il Centro Culturale Artistico di Franciacorta e Sebino di Bornato, festeggia i primi quarant’anni di attività nell’ambito della tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artisticodemoetnoantropologico e ambientale della Franciacorta e del Lago d’Iseo e lo fa presentando la pubblicazione degli atti della Undicesima Biennale “Il senso del luogo. Paesaggi di Franciacorta e Sebino”.
Il rispetto dei luoghi equivale al rispetto della memoria, del passato, delle tradizioni, della cultura: della nostra essenza autentica!
Il luogo ha pertanto un senso? La risposta è sì, sprigiona il senso di appartenenza, quel senso di radicamento profondo che lega l’uomo al paesaggio naturale e antropizzato.
Ed è proprio l’intervento dell’uomo, ponderato e sensibile o avventato e scellerato, che fa la differenza. Il rispetto reciproco favorisce la sana simbiosi tra essere umano e natura e di  conseguenza tra cittadini consapevoli.
La bellezza locus amoenus colpisce il cuore attraverso gli occhi, è il meccanismo dell’innamoramento che coinvolge ogni attento fruitore della natura.
Questo è quanto ci proponiamo di affrontare nelle pagine della pubblicazione che segue la Giornata di Studi del 16 ottobre 2010, fulcro della Undicesima Biennale di Franciacorta e del Sebino, tenutasi nella splendida cornice del lago, ospite dell’Iseo Lago Hotel di Iseo.
Proficua è stata la collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile Architettura Territorio e Ambiente (DICATA) della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Brescia che ha coordinato, nella persona di Ivana Passamani, le fasi salienti del convegno. Preziosa la partnership con la Fondazione Cogeme Onlus presieduta da Giovanni Frassi. Supportando il progetto e contribuendo alla pubblicazione degli atti permette così di scrivere una nuova pagina sullo
stato di salute del nostro paesaggio. L’analisi dello stato attuale è il punto di partenza per avanzare idee, progetti e proposte all’insegna del rispetto e della sostenibilità ambientale.                       Seguirà la premiazione delle tesi di laurea  presentate nel corso della XX Primavera culturale della Franciacorta e del Sebino svoltasi dall’8 marzo al 19 maggio scorso ed esposte dagli stessi neolaureati ospitati nelle prestigiose locations nel bellissimo territorio franciacortino e sulle rive del Sebino. La Commissione Giudicante designerà i premi alle tesi più meritevoli e rispondenti agli specifici requisiti richiesti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.