Quantcast

San Barnaba, cinque concerti del “Luca Merenzio”

Più informazioni su

(red.) Cinque appuntamenti con alcuni tra i più talentuosi studenti del Conservatorio “Marenzio” di Brescia costituiranno la prima avanguardia di un ricchissimo cartellone di manifestazioni che verrà presentato nelle prossime settimane alla stampa e al pubblico.
I cinque concerti che intanto verranno accolti nell’Auditorium San Barnaba posseggono tutti forti motivi d’interesse: suoneranno allievi di provate virtù che daranno vita ad una breve ma notevole iniziativa, riflesso di un istituto che, con la patente dell’”alta formazione”, moltiplica le attività di pregio.
Questa rassegna invernale, che si concluderà nei primi giorni di marzo, sarà inaugurata martedì 31 gennaio (ore 20,45) dal pianista Paolo Gorini, interprete di musiche di Franck (Preludio, Aria e Finale), Bartók (Suite “All’aria aperta”), Ligeti (una selezione dalla raccolta “Musica Ricercata”), Copland (“Four piano blues”) e Gershwin (3 Preludi). Seguiranno il duo di Emanuela Baronio e Oksana Kushnerchuk (lunedi 6 febbraio, musiche di Liszt, Beach e Pocs: un appuntamento a conclusione della masterclass sul duo pianistico tenuta da Pinuccia Giarmanà), l’Ensemble d’archi Luca Marenzio (sabato 25 febbraio, pagine di Vivaldi, Haendel e Corelli), ed altre due pianiste: Lucia Grassi (lunedi 27 febbraio, musiche di Haydn , Facchinetti, Schumann, Chopin, Liszt, Rachmaninov) e Chen-Xi (in marzo, per un programma che andrà da Mozart a Balzaretti).
Una ricca proposta, alla quale si potrà accedere con ingresso libero.
Per la sezione di Darfo Boario del Conservatorio “Marenzio” si profila un febbraio di intensa attività pubblica, animata dagli allievi. Nell’Auditorium dell’istituto la sede staccata guidata dal maestro Siro Saracino ha previsto la bellezza di otto concerti, tutti ad ingresso libero (inizio ore 20,45).
Grande spazio per i più vari insiemi cameristici e per gli strumenti solisti, con la partecipazione della violinista Silvia Maffeis, del flautista Pierandrea Bonfadini, degli oboisti Stefania Abondio, Mattia Zanoletti, Giulia Bertini, del fagottista Daniele Favalli, dei chitarristi Luca Castronuovo e Matteo Vitali, dei violoncellisti Luca Maffolini e del maestro Giulio Richini, nonché di una folta pattuglia di pianisti: Massimiliano Di Fino, Felice De Paoli, Corinna Simonetti, Roberto Minolfi, Yulia Orlova, In aggiunta anche la classe di insieme per strumenti ad arco del maestro Federico Bardazzi.
Le date: lunedi 6 (suoneranno Maffeis e Di Fino), mercoledi 8 (Bonfadini e De Paoli) ed ancora venerdi 10, lunedi 13 (la classe di Bardazzi), giovedi 16, venerdi 17, lunedi 20 e martedi 28 febbraio (Castronuovo e Vitali). Una lunga festa della musica animata da forze giovani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.