Quantcast

Riparte anche la Fondazione Golgi: lunedì le premiazioni per le tesi sul Covid

(red.) Limitata nel corso del 2020 dal Covid, riprende lunedì 7 giugno l’attività della Fondazione Camillo Golgi di cui è presidente il professor Enrico Agabiti Rosei.
Nata nel dicembre 1987 dall’incontro tra il mondo medico – scientifico – universitario, e la realtà imprenditoriale – professionale bresciana, la Fondazione Golgi ha per scopo statutario la promozione della ricerca medico – biologica e gli scambi scientifici nell’ambito materno – infantile, delle malattie rare e delle malattie croniche degenerative.
Nel salone Apollo del Rettorato dell’Università di Brescia in piazza Mercato 15, lunedì prossimo 7 giugno, alle ore 16,30, è in programma la cerimonia di conferimento dei premi per tesi di specializzazione della Facoltà di Medicina e Chirurgia su “Covid -19”, premi promossi dalla famiglia in memoria dello scomparso avvocato Gerardo Salvatore, dei finanziamenti per la ricerca in tema di Malattie e tumori rari, progetto finanziato in collaborazione con la Fondazione Spedali Civili di Brescia.

 

Vincitori dei premi per le tesi di Specializzazione su Covid-19 sono la dottoressa Agnese Comelli per la tesi ”Analysis of clinical and epidemiological chatacteristics associated with serological response to SARS-CoV-2 in health workers employed at ASST Spedali Civili during the outbreak”, la dottoressa Sofia Favro la cui tesi ha come titolo ” Caratteristiche cliniche e fattori di rischio per embolia polmonare nei pazienti ricoverati con polmonite da Covid-19” e la dottoressa Marianna Moscato per la tesi “Impatto delle metodiche dialitiche nell’infezione da Sars-CoV-2 nel paziente in trattamento emodialitico cronico: esperienza del nostro centro.”
I vincitori del bando sulle malattie e tumori rari sono la dottoressa Manuela Baronio per il progetto “ Studio delle malattie da disregolazione del sistema immunitario e sviluppo di terapie personalizzate: il modello dell’ APDS1(Activated PI3K- δ Sindrome 1) e la dottoressa Ilaria Cavazzana con un progetto dal titolo “ Prevalenza delle neoplasie nelle miopatie idiopatiche infiammatorie : associazione con anticorpi miosite specifici.”
In questi anni la Fondazione Golgi ha assegnato più di 90 borse di studio e finanziamenti per specifiche ricerche, ha dotato l’Ospedale Civile di importanti attrezzature, ha costituito tre centri di ricerca universitari, ha promosso dibattiti scientifici di alto profilo e indetto conferenze pubbliche suscitando grande interesse in città.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.