Croce di Cevo, si indaga sull’iter autorizzativo

La Procura si sta concentrando anche sulla progettazione e sugli interventi di manutenzione. In settimana attesi i periti sul luogo della tragedia.

(red.) Arriveranno in settimana i periti, per indagare sulle cause che hanno portato alla rottura della Croce di Cevo e al tragico incidente.
Secondo alcune testimonianze raccolte dal Giornale di Brescia, comunque, la Croce del Papa era sottoposta ad uno stess notevole. Nei mesi scorsi, uno strato di neve era rimasto adagiato per diverse settimane. Certo, prima di collocare lì la Croce, era stato seguito tutto l’iter del caso e la struttura era stata ritenuta idonea a resistere alle intemperie, a patto che si seguisse, nella manutenzione, il manuale affidato all’Associazione Croce del Papa, proprietaria dell’opera.
La Procura della Repubblica di Brescia analizzerà proprio la progettazione, l’iter autorizzativo e gli interventi di manutenzione. Sul tavolo del pm Caty Bressanini è già arrivata la documentazione relativa all’opera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.