Quantcast

Ristori montagna: ok all’invio delle domande, coinvolti dieci comuni bresciani

Sono interessate le imprese turistiche che hanno subito perdite per la non apertura della stagione sciistica nei comuni di Angolo, Artogne, Bagolino, Borno, Breno, Collio, Corteno Golgi, Pisogne, Ponte di Legno, Temù.

(red.) Da venerdì 29 ottobre e sino al 12 novembre, le imprese turistiche dei comprensori sciistici potranno inviare le domande per ottenere i ristori legati alle mancate aperture al pubblico nella stagione sciistica invernale 2020/2021 degli impianti e delle piste.
“Il sostegno alle attività economiche che hanno particolarmente sofferto le limitazioni imposte dalla pandemia rappresenta un aiuto concreto a migliaia di famiglie e professionisti che con coraggio e passione hanno resistito e ora vogliono investire nel futuro”, ha detto l’assessore regionale al Turismo  Lara Magoni, commentando la firma del decreto di attuazione dell’articolo 2 ‘Misure di sostegno ai Comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici’ (comma 2 lett. c, del Decreto Legge n.41 del 22 marzo 2021).

Il decreto individua i criteri e le modalità di assegnazione di 33,8 milioni di indennizzi statali a sostegno delle imprese turistiche danneggiate nella stagione invernale 2020/2021 dalla mancata apertura degli impianti e delle piste a seguito dei provvedimenti connessi all’emergenza sanitaria. Nel Bresciano sono interessati i comuni di Angolo Terme, Artogne, Bagolino, Borno, Breno, Collio, Corteno Golgi, Pisogne, Ponte di Legno, Temù.
“La montagna”, aggiunge Lara Magoni, “torna a vivere: un comparto nevralgico per l’economia e l’occupazione dei territori. Risorse fondamentali per ripartire con nuovo slancio e permettere ad operatori ed imprese turistiche di rilanciare le proprie attività. In vista dell’inizio della stagione invernale, si tratta di un segnale importante di attenzione verso la montagna e chi ci lavora, spesso con grandi sacrifici. Un mondo che vogliamo sostenere anche in vista delle Olimpiadi invernali del 2026, delle quali la Lombardia sarà protagonista”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.