Quantcast

Suolo pubblico a Sirmione, come chiedere l’esenzione del canone unico

(red.) Proseguono le azioni di sostegno da parte dell’Amministrazione Comunale di Sirmione alle attività commerciali del territorio duramente colpite dall’emergenza covid19.
In tal senso, il Comune rende noto che, al fine di agevolare e semplificare ai commercianti, ai ristoratori e agli albergatori le operazioni di allestimento dei plateatici estivi, nel totale rispetto dei distanziamenti anti Covid19, e per la sicurezza di cittadini, turisti e operatori, è attiva la proroga al 30/06/2021 per l’esonero dal pagamento del canone unico come previsto dal Decreto Sostegni e la proroga al 31/12/2021 inerente le modalità semplificate di presentazione di domande di concessioni per l’occupazione di suolo pubblico per garantire il distanziamento necessario.

Già nel 2020 l’Amministrazione Comunale, prontamente attivatasi nei confronti delle categorie commerciali duramente colpite dalla prolungata chiusura delle attività, aveva esteso l’esonero dal pagamento del canone COSAP (ora canone unico) a tutti i concessionari di suolo pubblico posti sul territorio, ampliando ad attività artigianali e commerciali tale beneficio anziché limitarlo ai soli pubblici esercizi. Sono state 30 le autorizzazioni di ampliamento di suolo pubblico concesse, 24 per attività situate all’interno del centro storico e 6 per attività situate in zona Colombare.

La lettera a) del comma 1 del Decreto Sostegni, recita che a causa del protrarsi dello stato di emergenza è prorogata dal 31 marzo al 30 giugno 2021 l’esenzione dal versamento del canone unico.

Il beneficio fiscale riguarda:

le occupazioni effettuate dalle imprese di pubblico esercizio di cui all’articolo 5 della legge 25 agosto 1991, n. 287 (ad esempio: occupazioni con tavolini effettuate da esercenti l’attività di ristorazione);
le occupazioni temporanee che vengono realizzate per l’esercizio dell’attività di mercato.

La lettera b) invece proroga ulteriormente dal 31 marzo 2021 al 31 dicembre 2021 le modalità semplificate di presentazione di domande di concessioni per l’occupazione di suolo pubblico e di misure di distanziamento di pose in opera temporanea di strutture amovibili.

Le attività che hanno già effettuato domanda di ampliamento nel 2020 non dovranno presentare nuovamente la documentazione; la proroga verrà automaticamente applicata.
Per tutti coloro che necessitano invece di effettuare una richiesta ex-novo di “Plateatici Covid” è a disposizione il contatto del Comune di Sirmione > a.giampiccolo@sirmionebs.it

Le domande preliminari saranno oggetto di valutazione da parte degli uffici in tempi brevi. In caso di parere favorevole, anche se con prescrizioni, sarà rilasciata una concessione di occupazione suolo a carattere temporaneo. In ogni caso, la collocazione di tavolini e sedie dovrà essere compatibile con lo stato dei luoghi, consentire il rispetto delle distanze interpersonali e l’accesso dei mezzi di soccorso.

Il modello da compilare dovrà essere corredato da planimetria schematica con superficie esterna esistente o eventuale proposta di inserimento nuova superficie, indicando se ricade in proprietà privata, pubblica o con servitù di pubblico passaggio e la superficie che si intende chiedere in ampliamento, con indicata l’ubicazione dell’area da occupare, la misura della superficie da occupare, gli elementi d’arredo che si intendono utilizzare, descrizione del materiale di pavimentazione e copertura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.