Turismo dell’Olio, primo concorso nazionale

In gara le migliori esperienze turistiche del territorio legate all'extravergine.

(red.) Lombardia protagonista della prima edizione del Concorso nazionale Turismo dell’Olio, la competizione promossa dall’Associazione nazionale Città dell’Olio attraverso i coordinamenti regionali, che vede le migliori esperienze turistiche e best practice legate al mondo dell’extravergine, concorrere per aggiudicarsi il primo premio regionale e la possibilità di correre per il podio nazionale.
Un’iniziativa originale che si avvale della direzione scientifica della prof.ssa Roberta Garibaldi e nasce per dare nuovo impulso all’oleoturismo, settore in forte espansione in Italia.
Sei le categorie in gara: Frantoi/ Aziende Olivicole; Oleoteche; Musei dedicati all’olio/Frantoi Ipogei/Uliveti Storici; Ristoranti/Osterie; Dimore Storiche/Hotel/B&B/Agriturismi; Tour operator/Agenzie di viaggio/Altri organizzatori di esperienze (ProLoco/Associazioni) che possono partecipare presentando la propria offerta turistica. Si può spaziare dalla giornata di raccolta delle olive alla visita guidate in frantoio, passando per degustazioni, corsi di assaggio e di cucina, laboratori per famiglie e bambini, cene a tema, camminate e pic-nic e ogni genere di evento che ha come protagonista l’extravergine di oliva.

“Per le Città dell’Olio il turismo dell’olio è la scommessa del futuro – ha sottolineato Michele Sonnessa, Presidente dell’Associazione nazionale Città dell’Olio – siamo convinti che i produttori e gli amministratori dei territori delle Città dell’Olio siano i migliori ambasciatori del nostro olio nel mondo, gli unici in grado di raccontarci la ricchezza e la biodiversità del paesaggio, la bontà dei nostri oli e la passione delle donne e degli uomini che ogni giorno con il loro lavoro prezioso tengono in vita questa coltura millenaria”.
“Il Concorso nazionale Turismo dell’Olio è per le nostre aziende una grande opportunità di posizionamento sul mercato – afferma Mauro Ribola, consigliere nazionale delle Città dell’Olio – chi vive di turismo nei nostri borghi sa quanto è difficile far conoscere la propria offerta ad un pubblico ampio, ecco perché questa competizione dedicata alle esperienze costruite intorno ad un prodotto di eccellenza come l’olio, costituisce una importante vetrina. Chiedo a tutte le realtà che hanno qualcosa da raccontare sulla nostra bellissima terra, di mettersi in gioco”.

Tutte le esperienze in gara, saranno valutate in base a criteri di creatività e innovazione, sostenibilità e paesaggio, orientamento del turista, comunicativi e promozione, valorizzazione del territorio e integrazione con le attività delle Città dell’Olio. Ad esprimere il proprio insindacabile giudizio sarà una giuria di esperti, impegnati nelle selezioni regionali e in quella nazionale che metterà a confronto i vincitori delle competizioni regionali. Ma c’è di più, è previsto un premio speciale assegnato tramite voto online dal pubblico di internauti che si collegheranno al sito delle Città dell’Olio www.cittadellolio.it. Ci si può iscrivere al Concorso scrivendo a info@cittadellolio.it. La premiazione dei vincitori si svolgerà, a fine novembre-inizio dicembre 2020, con un evento nazionale in occasione dell’Assemblea nazionale delle Città dell’Olio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.