Sirmione, imposta di soggiorno estesa a tutto l’anno

Il Comune ha deciso di ampliare il balzello a 365 giorni l'anno. In arrivo un incasso fino a 1,2 milioni di euro.

Più informazioni su

(red.) Il turismo a Sirmione, perla bresciana del lago di Garda, non è più solo in estate e nel periodo di Pasqua, ma tutto l’anno. E non è la sola, visto che anche Desenzano e Salò attirano turisti in ogni periodo dell’anno. Per questo motivo il Comune di Sirmione ha deciso di estendere a tutto l’anno l’imposta di soggiorno a quanti trascorreranno almeno una notte nella penisola gardesana. Dall’amministrazione fanno sapere di non aver aumentato la quota, ma solo di averla redistribuita.

Le tariffe variano dai 50 centesimi per i parcheggi fino a 90 centesimi a notte per gli hotel a una stella, 1 euro per gli hotel a due stelle e bed and breakfast, 1,50 euro per i tre stelle e case vacanze, 2,30 euro per gli hotel a quattro stelle e al massimo di 3,50 euro per gli hotel a cinque stelle. Applicando queste somme tutto l’anno il Comune dovrebbe incassare fino a 1,2 milioni di euro, mentre i turisti disabili saranno esenti.

A livello statistico, Sirmione è la terza città lombarda più visitata dopo Milano e Limone sul Garda. Gli importi che saranno introitati dall’imposta di soggiorno saranno stanziati per realizzare nuovi infopoint rispetto ai già esistenti di Colombare e del Porto. Una parte degli incassi saranno dedicati anche agli eventi, alla pulizia e sicurezza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.