Castrezzato, anziana truffata in casa da finti vigile e tecnico

L'episodio giovedì quando i due malviventi hanno detto alla signora di controllare dopo i furti di quei giorni.

(red.) Spettacoli e incontri formativi di prevenzione per evitare di essere le prossime vittime dei truffatori spesso non bastano quando si è costretti ad affrontare gli episodi sul campo. E soprattutto se al di qua della porta di casa c’è un’anziana sola e aldilà un agente di Polizia Locale e un addetto vestito con una pettorina. E’ l’ultimo caso di truffa andato in scena giovedì 16 gennaio a Castrezzato, nel bresciano e di cui dà notizia il Giornale di Brescia.

I due malviventi, l’uno con la divisa finta e l’altro che non era un tecnico, hanno suonato alla porta della signora dicendole di essere in giro in zona per controllare la situazione dopo una serie di furti avvenuti in precedenza. L’anziana residente li ha fatti entrare e ingenuamente ha risposto di avere denaro e gioielli in casa.

Quindi, i due l’hanno distratta in qualche modo e sono fuggiti senza problemi dopo aver arraffato soldi e monili per alcune migliaia di euro. Solo in seguito la donna, avvisando i familiari di quella visita, ha capito di essere stata raggirata e ha denunciato l’episodio ai carabinieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.