Quantcast

Vuole pagare i gioielli con assegno falso, arrestata

Nei guai una 39enne bresciana che ha cercato di mettere a segno la truffa ai danni del negozio "Fasoli", in piazza della Loggia. Il giudice ne ha disposto la scarcerazione.

(red.) Ha provato ad acquistare un bracciale e un paio di orecchini con un assegno falso, ma il tentativo di truffa è andato a vuoto e la donna è finita nei guai.
L’episodio si è verificato venerdì attorno alle 12,30 all’interno del negozio “Fasoli”, in piazza Loggia a Brescia.
Qui una signora, una bresciana di 39 anni, M.A. le sue iniziali, si è presentata al titolare mostrandosi interessata all’acquisto di alcuni preziosi.
Quando però la presunta cliente ha esibito il titolo di credito, il gioielliere si è insospettito e ha chiamato la polizia, giunta sul posto con una Volante. Gli agenti hanno accertato che l’assegno era falso e accompagnato la 39enne in Questura, dove è stata arrestata per il reato di tentata truffa. Successivamente, i poliziotti hanno perquisito l’abitazione della bresciana, senza trovare nulla.
Il giudice ha disposto la scarcerazione della donna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.