Quantcast

Trasporto pubblico: agevolazioni per anziani e disabili

Stanziati dal Pirellone 14,2 mln di euro per una tariffa agevolata a favore di disabili ed anziani over 65 da utilizzare per tutto il trasporto pubblico regionale.

(red.) Regione Lombardia ha stanziato 14,2 milioni di euro per consentire ai cittadini diversamente abili o di età superiore ai 65 anni a basso reddito di usufruire di una tariffa agevolata per utilizzare tutti i servizi del trasporto pubblico regionale.
Si tratta dell’abbonamento annuale ‘Io Viaggio ovunque in Lombardia Agevolata’ (Ivol Agevolata). È valido per treni suburbani e regionali, autobus urbani e interurbani, tram, metropolitana, funivie, funicolari, servizi di navigazione del lago d’Iseo (Brescia e Bergamo). Lo prevede una delibera della Giunta regionale approvata su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi.

“La misura – ha commentato l’assessore Terzi – tutela le fasce più fragili della popolazione, consentendo loro di utilizzare i mezzi pubblici su tutto il territorio regionale a costi davvero ridotti. Si tratta di un sostegno molto concreto che conferma che il nostro impegno nei confronti di chi ha più bisogno non verrà mai meno. Nel 2021, come media giornaliera, hanno beneficiato di questa agevolazione 58.125 cittadini lombardi”.

“Gli invalidi al 100% – ha proseguito Terzi – possono viaggiare su tutti i mezzi con 10 euro l’anno”. “Per gli ultra 65enni con Isee fino a 12.500 euro invece il costo dell’Ivol agevolata è di 80 euro. Gli invalidi con percentuale di invalidità dal 67 al 99% viaggiano allo stesso costo di 80 euro l’anno, con un limite di Isee fino a 16.500 euro. A questo si aggiungono  – ha aggiunto Terzi – gli oltre 6 milioni già stanziati per consentire agli appartenenti alle Forze dell’ordine e Forze Armate di circolare gratuitamente sui mezzi del trasporto pubblico lombardo”.

La delibera stanzia le compensazioni economiche a favore delle aziende del trasporto pubblico per consentire l’utilizzo a condizioni agevolate dei mezzi del Tpl.
Le agevolazioni sono suddivise in tre fasce: 1° fascia, 10 euro annuali invalido/a di guerra dalla 1° alla 5° categoria e per causa di servizio dalla 1° alla 5° categoria; deportato/a nei campi di sterminio nazisti con invalidità dalla 1° alla 5° categoria, oppure deportato/a nei campi di sterminio nazisti con invalidità civile non inferiore al 67%: invalido/a a causa di atti di terrorismo o vittima della criminalità organizzata dalla 1° alla 5° categoria o corrispondente percentuale di menomazione della capacità lavorativa; privo/a di vista per cecità totale/parziale; ipovedente grave con grado di invalidità civile derivante da residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi; sordo/a; invalido/a civile al 100%; minore invalido; invalido/a del lavoro con grado di menomazione dell’integrità psicofisica non inferiore al 60% o riduzione dell’attitudine al lavoro/capacità lavorativa non inferiore all’80%; vittima del dovere con invalidità permanente non inferiore all’80%; cittadino/a italiano/a riconosciuto/a profugo/a da territori esteri in seguito a situazioni di carattere generale che hanno determinato lo stato di necessità al rimpatrio, che versa in stato di bisogno.

2° fascia, 80 euro annuali: invalido/a di guerra dalla 6° alla 8° categoria, con Isee fino a 16.500 euro e per causa di servizio dalla 6° alla 8° categoria, con Isee fino a 16.500 euro; invalido/a per causa di atti di terrorismo o vittima della criminalità organizzata dalla 6^ alla 8^ categoria o corrispondente percentuale di menomazione della capacità lavorativa, con Isee fino a 16.500 euro; invalido/a civile dal 67% al 99%, con Isee fino a 16.500 euro; invalido/a del lavoro con grado di menomazione dell’integrità psicofisica dal 50% al 59% o riduzione dell’attitudine al lavoro/capacità lavorativa dal 67% al 79% con Isee fino a 16.500 euro; persona di età superiore ai sessantacinque anni, con Isee fino a 12.500 euro.

3° fascia – 699 euro annuali: persona di età superiore ai sessantacinque anni senza alcun limite di reddito.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.