Quantcast

Trasporto locale in affanno, ancora tagli alle corse

Per questo martedì cancellate 170 corse. Venerdì in prefettura vertice con l'Agenzia del Tpl per fare il punto della situazione ed apporre eventuali modifiche.

(red.) Lunedì sarebbe stata la prova del nove per il trasporto pubblico locale di Brescia e la prova non è stata superata.
Sono state infatti oltre 160 (la previsione era di 140, come venerdì e sabato scorsi) le corse saltate, con disagi più pesanti in provincia, ma che si sono fatti sentire anche in città.  E le prospettive per la giornata odierna e per le prossime non sono tra le più rosee: sono già infatti 174 i viaggi cancellati per questo martedì.

A soffrire di più il Basso Garda e per ovviare ad ulteriori criticità e per fare il punto della situazione venerdì in Prefettura si terrà il tavolo sui trasporti per eventuali modifiche da intraprendere.

L’assenza degli autisti sprovvisti di Green pass, in malattia, in permesso o ferie, se poteva sembrare in un primo tempo “tamponabile”, in realtà si sta configurando come un problema rilevante. A Brescia Trasporti su 300 autisti ne mancherebbero all’appello una cinquantina o poco più. A giorni dovrebbero essere inseriti in organico una decina di conducenti appena formati, il che potrebbe dare un po’ di ossigeno all’azienda di trasporto.

Sul fronte Arriva, invece, secondo i dati diffusi dall’ufficio stampa dell’azienda, su 360 autisti, 18 (il 5%) risultavano sprovvisti di Green pass, ma a questo numero si aggiungono anche i conducenti in malattia o in permesso, con un totale di 163 corse cancellate (su circa 3mila previste) e con un aumento dei tagli, previsto, per la giornata di martedì, del 6% sulle corse soprattutto in provincia.

Risposta negativa delle aziende di trasporto locale alla richiesta, avanzata dai sindacati, di provvedere ad effettuare i tamponi agi autisti, tramite convenzioni con le farmacie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.