Luglio di ritardi per i treni Trenord, sconti su ottobre

La compagnia ha annunciato un bonus del 30% sugli abbonamenti da rinnovare. Quattro tratte bresciane tra quelle colpite dai numerosi ritardi oltre i limiti.

(red.) In questi ultimi giorni di settembre i pendolari dei treni di Trenord sono alle prese con il rinnovo dell’abbonamento per ottobre. E la stessa compagnia lombarda annuncia un bonus (uno sconto) del 30% su una serie di tratte che lo scorso luglio hanno subito spesso dei ritardi. Si parla di 23 linee su 39 che in quel mese non hanno rispettato gli standard di affidabilità e tra queste ci sono anche quattro tratte che riguardano Brescia: Milano-Brescia-Verona, Brescia-Bergamo-Lecco, Brescia-Cremona e Brescia-Parma. I pendolari di questi percorsi hanno diritto a sconti sugli abbonamenti mensili e su quello annuale a tariffa ferroviaria regionale.

Il meccanismo è molto semplice ed è sufficiente indicare la stazione di partenza e quella di destinazione, mentre il sistema riconoscerà in automatico la tratta. Ma sul fatto che i treni di Trenord continuino a viaggiare in ritardo non mancano le polemiche. “A giugno e a luglio il servizio ferroviario ha registrato ancora un netto peggioramento nonostante gli annunci. A confermarlo sono i dati di Trenord sui bonus di ottobre, appena diffusi.

Quattro linee delle cinque che interessano la nostra provincia saranno oggetto di bonus per non aver rispettato la soglia di puntualità – dice il consigliere regionale del PD Gianantonio Girelli.- Nei mesi di giugno e luglio si sono addirittura registrati dati in linea con quelli del 2018 che, ricordo, è stato l’anno peggiore del servizio ferroviario regionale. Ma la situazione non doveva migliorare? A noi, ma soprattutto ai pendolari, non sembra proprio che sia accaduto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.