Quantcast

Treni, orario invernale da 9/12. Due nuovi Mi-Ve

Presentata l'offerta di Fs e Trenitalia. Altri tre treni anche sulla Milano-Roma. E si annuncia un piano industriale (non in tempi brevi) per i pendolari.

(red.) Nella giornata di ieri, martedì 20 novembre, a Milano è stato presentato il nuovo orario invernale per quanto riguarda i treni di Trenitalia a partire dal 9 dicembre. A illustrarlo sono stati l’amministratore delegato di Fs Gianfranco Battisti, il presidente e amministratore delegato di Trenitalia Tiziano Onesti e Orazio Iacono, quelli della Divisione passeggeri di Trenitalia Paolo Attanasio e regionale Maria Annunziata Giaconia. La novità riguarda due nuovi Frecciarossa in più sulla linea Milano-Venezia e che diventano quindi 48 per 26 mila posti al giorno. Si tratta del 9701 proveniente da Milano Centrale alle 6,15 con fermate a Brescia (6,51), Peschiera Del Garda (7,12), Verona Porta Nuova (7,28), Vicenza (7,54), Padova (8,12), Venezia Mestre (8,28) e arrivo a Venezia Santa Lucia alle 8,40. Nell’altro senso ci sarà il 9764 da Venezia Santa Lucia alle 20,50 e arrivo a Milano Centrale alle 23,15.

Arrivano anche altri tre Frecciarossa per collegare Milano e Roma, mentre restano confermati i due sulla Genova-Milano-Venezia e con la fermata anche a Brescia. Nessuna novità, invece, sul fronte dei collegamenti tra Brescia e la Capitale e a livello regionale lombardo. E proprio il servizio ferroviario contestato dai pendolari, anche bresciani, è finito nel mirino di Fs e Trenitalia. “Hanno ragione a lamentarsi ed entro il 2019 devono arrivare nuovi treni, di certo anche Trenord deve lavorare meglio” hanno detto da Milano. Da Ferrovie dello Stato fanno sapere di essere al lavoro sull’intera macchina organizzativa, tra orario, manutenzione, mezzi e personale. Ma si prevede che i tempi non saranno molto brevi, mentre la stessa Fs sottolinea di voler puntare sul prossimo piano industriale proprio alle esigenze dei pendolari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.