Quantcast

“Solo Frecciarossa sulla Brescia-Milano”

Conferma dell'azienda nell'incontro di giovedì 24 al Pirellone con Trenord. Assessore Sorte chiede di mantenere i Frecciabianca nelle ore di punta.

frecciarossa-treno(red.) La progressiva sostituzione dei treni Frecciabianca con quelli Frecciarossa viene confermata da Trenitalia. La notizia aveva messo in allarme i pendolari della linea Brescia-Milano abituati a usare i primi mezzi e quelli regionali per raggiungere e tornare dal capoluogo lombardo. L’idea di non poter usare il proprio abbonamento, già sottoscritto, per impiegarlo anche sui Frecciarossa (più costosi) oltre ai titoli di viaggio lombardi ha mandato su tutte le furie i passeggeri. Tanto che alcuni consiglieri regionali e l’assessore Parolini avevano svolto un presidio simbolico con la vernice bianca. Giovedì 24 marzo il Pirellone ha ospitato un incontro tra l’Alta Velocità di Trenitalia e Trenord per definire la questione. La compagnia nazionale ha confermato il fatto che, nel momento dell’introduzione della tav Treviglio-Brescia, si muoveranno solo i Frecciarossa.
Ma l’assessore lombardo ai Trasporti Alessandro Sorte, chiamato a fare da mediatore, ha chiesto che nelle ore di punta possano restare alcuni Frecciabianca e che si possano impiegare anche gli abbonamenti della “Carta Plus”. In caso, i passeggeri potranno chiedere il rimborso per acquisire nuovi titoli di viaggio. Ma la discussione punta l’attenzione anche sui mezzi regionali di Trenord che potrebbero trovarsi penalizzati dalla nuova tecnologia dell’alta velocità. Il rischio è che, con l’entrata in servizio della Tav, si muovano, per quanto riguarda Trenitalia, soltanto i Frecciarossa, più costosi rispetto agli altri mezzi. E chi ci rimette sono sempre i pendolari. Si attende di capire se la richiesta dell’assessore Sorte sarà accolta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.