Quantcast

Treni, primo giorno di Italo a Brescia

Martedì 1 marzo sono partite le corse delle 5,45 verso Roma e 6,46 verso Napoli. Fermate intermedie a Verona, Bologna, Firenze, Tiburtina e Termini.

Più informazioni su

Italo(red.) Martedì 1 marzo è il giorno dell’arrivo di Italo a Brescia. I primi treni sono partiti alle 5,46 e 6,46, di cui il primo diretto verso Roma e il secondo verso Napoli, con fermate a Verona Porta Nuova, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Roma Tiburtina e Roma Termini. Il rientro dalla città partenopea, invece, sarà alle 13,55 e 17,55 per giungere a Brescia rispettivamente alle 19,17 e 23,10. Si amplia, così, l’offerta dei convogli verso la Capitale, affiancandosi altri altri due treni di Frecciargento. Nei mesi successivi dovrebbe arrivare anche una terza coppia di treni con partenza da Brescia a metà mattina e rivolta soprattutto ai turisti. L’arrivo di Italo a Brescia ha portato novità a partire anche dai costi, più concorrenziali, visto che Trenitalia ha deciso di dimezzare la tariffa usata abitualmente.
Il potenziamento dei convogli è stato commentato lunedì 29 febbraio dal direttore della Pianificazione strategica di Ntv Italo Francesco Fiore, giunto a Brescia, con l’idea di promuovere il turismo della città della Leonessa sui treni. L’idea di far arrivare i mezzi nella stazione, secondo l’assessore alla Mobilità di palazzo Loggia Federico Manzoni, allontana l’ipotesi dello “shunt” di Montichiari. Intanto, la novità è stata presa bene dai bresciani, visto che le prenotazioni dei biglietti con Italo verso Napoli, Roma e Firenze sono state superiori rispetto a quanto si prevedeva. La compagnia ferroviaria ha annunciato che entro dicembre, con l’arrivo dell’alta velocità sulla Treviglio-Brescia verrà attivata anche la corsa Torino-Venezia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.